19 luglio 2016

Homeron Etark - Francesco Giuffrida

È il tempo di Ilio e degli Dèi. Gli etark, il popolo nativo dell’Oltreoceano, coloro che abitano oltre le Colonne d’Ercole, vedono la propria terra sconvolta da un avvenimento terribile che li condurrà alla distruzione, se non saranno in grado di riscattarsi nei confronti dei loro fratelli umani. Sotto gli intrecci a loro riservati dal Fato, affideranno le loro ultime speranze alla giovane Catlyn e a suo fratello Hero: saranno loro ad intraprendere un epico viaggio che li porterà ben oltre i loro compiti e doveri.
Amicizie, scontri, lotte e amori piomberanno su di loro in un mondo crudo e terribilmente diverso da casa. Incontreranno un eroe elleno senza passato, alla ricerca di imprese e gloria, come loro mandante di un compito senza una fine certa. Si imbatteranno in un nemico temibile.
Se riusciranno a vincere questa sfida sarà forse possibile per gli etark salvarsi, altrimenti non rimarrà altro che l’oblio. Le loro azioni daranno il via ad una serie di eventi che echeggerà nel futuro, anche il più lontano, di tutto il popolo dell’Oltreoceano...

Recensione

Homeron Etark è il primo romanzo di una trilogia a metà tra il genere fantasy ed epico nata dalla creatività e dall’ingegno di Francesco Giuffrida.
Una prima nota di merito va all’autore per la sua coraggiosa scelta di riproporre una versione personale di personaggi molto noti e radicati nel mondo classico dell’epica offrendone una rilettura ed una visione tutta nuova e inaspettata: conosciamo un Odisseo sovrano di Itaca e amante della campagna, reduce di guerra e affabile con il prossimo, che ci propone il suo punto di vista sui grandi eroi del tempo come Achille, Paride, Elena e che ben si mescola con i personaggi frutto della fantasia di Francesco, gli Etark e i Myst, popoli lontani dalle colonne d’Ercole che hanno la loro casa nell’Oltreoceano; oppure un Dedalo innamorato e misterioso, ma anche schivo e riflessivo, di cui non abbiamo forse mai letto nei libri di scuola.

Non è sicuramente semplice smuovere le fondamenta ben solide di figure di questo calibro e popolarità: Giuffrida ha cercato di dare una sua lettura personale dell’Olimpo e delle divinità lavorando molto sul rapporto tra il volere del Fato e l’intervento divino, sottolineando a mo' di morale quanto il libero arbitrio rappresenti un bene irraggiungibile ma fondamentale per l’uomo.
Le sorti dell’umanità non possono dipendere dall’intercessione divina, quanto è legittimo giustificare l’ira di Poseidone che portò Odisseo a vagare per anni per punirlo della sua colpa? Homo faber fortunae suae è il motto che l’autore cerca di far trasparire come un inno alla libertà dell’uomo dal controllo capriccioso degli dei.

Altro grande nucleo del romanzo è rappresentato dal tema dell’amicizia e dell’amore, dell’importanza della collaborazione e del lavoro di squadra: è solo restando uniti che i nostri eroi potranno riuscire nel loro intento, salvare la bella prescelta d’oltreoceano, Lunete, dai tormenti inflitti da forze avverse al popolo Etark.

Homeron Etark è un romanzo particolare, ci ho messo un po’ ad ingranare con la lettura, forse perché non avevo ben chiaro dove l’autore volesse arrivare giocando con capisaldi della mitologia del calibro di Ercole, Zeus, Atena, Afrodite. La storia è abbastanza complicata, l’intreccio non è affatto banale e si presenta con capitoli alternati tra i protagonisti della vicenda e i vari luoghi che si susseguono nel romanzo che si concentra totalmente sulla dimensione del viaggio: gli Inferi, l’Oltreoceano, Itaca, Syracusa, le colonne d’Ercole e tanti altri sono i posti menzionati e visitati dagli eroi di Homeron Etark che partono per portare a termine la loro missione, riportare a casa Lunete.

Lo stile di scrittura è comunque molto scorrevole e soprattutto caratterizzato da un ricercatezza formale che non passa inosservata; c’è molta cura nella stesura di questo romanzo, popolato da numerosipersonaggi, alcuni raccontati meglio rispetto ad altri ma questo forse è dovuto alla presenza di altri capitoli della saga nei quali, mi auguro, si scoprirà molto di più sugli eroi del mondo Etark e non.

La passione dell'autore traspare anche dal grande lavoro che si cela dietro il blog interamente dedicato al romanzo, dove disegni e approfondimenti extra sono un di più rispetto al testo e permettono di entrare in questo mondo tutto nuovo fatto da creature sconosciute e affascinanti.
Sicuramente si tratta di un'opera che incuriosisce e colpisce il lettore, un lavoro di alto livello e con un ottimo potenziale. L’unica pecca per me sta nel tratteggio delle relazioni e dei rapporti tra personaggi che in alcune occasioni risulta essere un po’ ambiguo e poco chiaro: rapporti di amicizia che sembrano tingersi di quel qualcosa in più che rimane come sfuocato ed indefinito. Mi riferisco alle relazioni tra Catlyn, Lunete e Flora, ricche di effusioni ambigue oppure anche al rapporto tra Hero, fratello di Catlyn e Flora, una sintonia che sembra quasi scomparire senza motivazione cosi come il poco chiaro rapporto tra Hero e Lunete che sembrano aver quasi dimenticato entrambi, e non solo il ragazzo, il passato che li lega.

Oltre questo però, il romanzo è davvero una buona base di partenza per realizzare una trilogia che non ha veramente nulla da invidiare ai colossi del genere epico e fantasy. Un grande in bocca al lupo a Francesco Giuffrida che ringrazio per avermi concesso di leggere un particolarissimo lavoro come il suo dal quale traspare tantissimo impegno e passione.

Giudizio:

+4stelle+

Dettagli del libro

  • Titolo: Homeron Etark: Lunete, Il Corrotto E L'oltreoceano
  • Autore: Francesco Giuffrida
  • Editore: CreateSpace Independent Publishing Platform
  • Data di Pubblicazione: 2016
  • ISBN-13: 978-1523253524
  • Pagine: 378
  • Formato - Prezzo: Brossura - 9,98 Euro

2 Commenti a “Homeron Etark - Francesco Giuffrida”

  • 20 luglio 2016 12:07
    FrancescoG says:

    Grazie a voi per aver dedicato tempo al mio libro. Tutte le aspiranti lettrici e i lettori incuriositi sono invitati sul sito ufficiale homeronetark.com
    Pubblico racconti gratuiti che espandono e approfondiscono il mondo, disegni, video e altri extra. La fanart è incoraggiata (e quella che mi arriva incoraggia me più di ogni altra cosa) e ovviamente... a dicembre esce il Libro Secondo! Ho anche intenzione di pubblicare una piccola novella, da miei appunti, sull'adolescenza di Catlyn.

    Tutti i pareri raccolti sul primo libro li ho interiorizzati per offrire un proseguo dell'avventura, a seguito del colpo di scena finale, che sia quanto più possibile piacevole.

    #etarkhero

  • 21 luglio 2016 14:07
    Chiara A. says:

    Grazie Francesco! Sono sicura che la tua strada sarà piena di soddisfazioni, mi fa piacere sapere che il seguito avrà pubblicazione a breve, dicembre non è così lontano! In bocca al lupo per tutto e se desideri ulteriori recensioni sui volumi a seguire basta chiedere!

Posta un commento

 

La Stamberga dei Lettori Copyright © 2011 | Template design by O Pregador | Powered by Blogger Templates