30 ottobre 2014

La classifica dei libri più venduti dal 20 al 26 ottobre


Dopo tre settimane in cima alla classifica dei libri più venduti è giunto il momento per Ken Follett e la sua The Century Trilogy di lasciare spazio ad altri autori. Follett lo fa in modo un po' brusco, scivolando direttamente in quarta posizione per essere sostituito, incredibile ma vero, da Andrea Camilleri. Si può dire che l'autore siciliano esca dalla porta per rientrare dalla finestra: era appena scomparso dalla classifica il suo Donne che eccolo tornare con un nuovo volume, sempre per Sellerio e di nuovo a proposito del Commissario Montalbano: Morte in mare aperto e altre indagini del giovane Montalbano . Un ciclo di pubblicazioni a raffica quindi per Camilleri che sembra non conoscere il significato della frase "blocco dello scrittore", quasi che egli non sopportasse l'idea di una top ten senza il suo nome. Quale che sia il motivo ne saranno sicuramente contenti i suoi numerosi fan che non rimangono mai a bocca asciutta, e ora potranno godersi una nuova serie di avventure del loro beniamino da giovane, argomento già affrontato in passato ne La prima indagine di Montalbano, in cui abbiamo scoperto il giovane e irruente poliziotto che ancora non disdegnava l'uso della pistola ma già non amava pensarsi "vecchio".
Come abbiamo detto, Camilleri balza direttamente al primo posto scavalcando un'altra icona del giallo all'italiana sempre targato Sellerio, Malvaldi con i suoi vecchietti del Barlume, e la giallista svedese Camilla Läckberg, da poco arrivata in libreria con la settima avventura della coppia Erica Falck & Patrik Hedström.
L'unica altra novità di questa settimana la troviamo in fondo alla classifica, in nona posizione, alle spalle di nomi che abbiamo ormai imparato a conoscere molto bene quali John Green, Zerocalcare e Donato Carrisi: stiamo parlando del nuovo thriller dello scrittore americano Jeffery Deaver, L'ombra del collezionista, una nuova avventura della coppia Lincoln Rhyme e Amelia Sachs, lanciata dall'ormai celeberrimo Il collezionista di ossa di cui questo romanzo evidentemente si richiama nel titolo e nella trama, proponendosi come il vero seguito del famoso capostipite della serie.



Il libro più venduto:

La stanza numero 2, Doppia indagine, Morte in mare aperto, Il biglietto rubato, La transazione, Come voleva la prassi, Un’albicocca, Il ladro onesto: 8 indagini di un Montalbano giovane e senza paura, irruente, audace, pistola in mano, carica, e carico di risorse investigative, con largo uso di «sfunnapedi» e «trainelli». Il suo amore con Livia vive la stagione più bella, quella della passione e dell’urgenza di stare sempre insieme; il commissariato di Vigàta è abitato dai personaggi che i lettori di Camilleri conoscono bene, sono i rapporti di Montalbano con i sottoposti che sono diversi: con Fazio il legame è ancora gerarchico, Augello è l’impenitente dongiovanni della prima ora, la sua insopprimibile brama di conquiste mette addirittura in pericolo, nel corso di una indagine, la vita di Montalbano; lucido, veloce è però il migliore compagno di strada del commissario; uno sbatacchiare di porte infine, segna l’entrata sulla scena di Catarella. A Montelusa il questore è Burlando, paterno, di larghe vedute: in fondo quel commissario intemperante gli piace e gli copre ben volentieri le spalle in qualche occasione. I racconti sono situati negli anni Ottanta, un’Italia in cui si muovono fatti e personaggi di quella stagione, dall’affare Sindona all’attentato a Giovanni Paolo II. Montalbano si trova alle prese con indagini di tutti i tipi, dalla speculazione edilizia, ai contrasti familiari, il rumore di fondo però è quello della mafia.

  • Titolo:Morte in mare aperto e altre indagini del giovane Montalbano
  • Autore:Andrea Camilleri
  • Editore:Sellerio
  • ISBN-13: 9788838932533
  • Pagine: 320
  • Prezzo: 14,00 Euro

  • Le posizioni dalla 2 alla 10:  

    2. Il guardiano del faro - Camilla Läckberg (Marsilio - euro 18,50)
    3. Il telefono senza fili - Marco Malvaldi (Sellerio - euro 13,00)
    4. I giorni dell'eternità. The century trilogy - Ken Follett (Mondadori - euro 25,00)
    5. Colpa delle stelle - John Green (Rizzoli - euro 16,00)
    6. Dimentica il mio nome - Zerocalcare (Bao Publishing - euro 18,00)
    7. Il cacciatore del buio - Donato Carrisi (Longanesi - euro 16,80)
    8. L'amore che ti meriti - Daria Bignardi (Mondadori - 18,00)
    9. L'ombra del collezionista - Jeffery Deaver (Rizzoli - euro 19,00)
    10. Storia di una ladra di libri - Mark Zusak (Mondadori - euro 18,00)

    N.B. Le classifica è tratta dal sito www.wuz.it ed è elaborata dal Servizio Classifiche di Arianna. Il panel di riferimento è di oltre 1500 librerie aderenti al circuito Arianna. 

    28 ottobre 2014

    La stagione degli scapoli - Vincenzo Monfrecola

    È il 1910, all’Eghoist Club di Londra il critico letterario Cyril Billingwest sta festeggiando l’addio al celibato, quando il suo ispirato discorso viene bruscamente interrotto da una telefonata che lo informa che la sua futura moglie è scappata con i regali di nozze.
    Scioccato dalla notizia, Cyril decide non solo di rimanere per sempre lontano dalla perfidia delle donne, ma addirittura di salvare gli scapoli londinesi dalle insidie del matrimonio. Così, dopo aver scritto di suo pugno un “manuale dello scapolo”, insieme allo scaltro cugino George fonderà un sindacato maschile: lo Scapolificio Billingwest.
    Ma gli uomini possono davvero fare a meno delle donne? A quanto pare, aiutare gli scapoli a rimanere tali non è semplice come Cyril e George pensavano e la sopravvivenza dello Scapolificio di famiglia è sin da subito minacciata da fidanzate abbandonate, mogli furiose e segretarie dal sorriso irresistibile.
    Ecco allora che prende vita una divertente commedia “d’altri tempi” in cui bugie, arguti sotterfugi e strampalati colpi bassi vi faranno correre da una sponda all’altra del Tamigi verso la resa dei conti

    Recensione

    Dopo aver letto la trama del romanzo la mia prima reazione è stata quella di andare a rileggere il nome dell'autore. Vincenzo Monfrecola. Un italiano quindi. Strano.
    Superati i primi capitoli ho deciso di tornare a controllare: eh sì, il nome sembra proprio italiano. Per esser sicura ho indagato su internet e ho scoperto che Vincenzo Monfrecola è italianissimo, napoletano per la precisione, e le sue opere non risalgono al secolo scorso: si tratta di un autore ancora vivo, vegeto e produttivo.
    Eppure tutto ne La stagione degli scapoli rimanda a una letteratura anglosassone d'altri tempi, a quelle commedie di Oscar Wilde fatte di equivoci, scambi di persona e simpatici nonsense. Non è solo l'ambientazione, la Londra del secolo scorso, a trarre in inganno: trama, dialoghi e personaggi richiamano storie come L'importanza di chiamarsi Ernesto più che un tipico romanzo italiano. Leggo che l'autore ha effettivamente lavorato per un certo periodo a Londra come responsabile della sede locale dell’Osservatorio sui Beni Culturali, possiamo quindi supporre che abbia assorbito in quell'occasione un po' di spirito british oppure che egli possieda una naturale affinità con questo tipo di letteratura, fatto sta che il risultato finale è sorprendente e per niente spiacevole.
    Il romanzo ha tutta l'aria di una romantic comedy che, come accadeva per le opere di Wilde, dietro a una trama leggera nasconde una volontà di critica di certe affettazioni sociali oltre che una presa in giro delle dinamiche fra i sessi che, allora come oggi sembrano destinati all'incomprensione.
    I personaggi sono tutti piacevolmente superficiali anche se abbastanza caratterizzati dall'evitare di cadere nelle solite macchiette stereotipate e, come spesso in queste genere di opere, le donne sembrano saperla molto più lunga degli uomini (sarà perché gli uomini ci immaginano queste gran furbette che nella vita reale ci tengono ben lontane da qualsiasi ruolo di spicco?).
    Certo il paragone con Wilde vale fino ad un certo punto: manca qui la penna sferzante e la pungente ironia del grande scrittore irlandese, gli scambi di battute sono divertenti ma non così folgoranti e originali e certe denunce delle ipocrisie della società avevano forse più senso allora che oggi.
    Resta il fatto che si tratta di un'opera ben riuscita, spiritosa e ben congegnata che si ispira a un certo tipo di commedia conservando una personalità propri senza ridursi ad una banale imitazione; una lettura simpatica che mette in luce quanto velocemente ci facciamo ingannare dalle apparenze e quanto uomini e donne siano dipendenti dagli stereotipi nelle relazioni con l'altro sesso.

    Giudizio:

    +4stelle+

    Dettagli del libro

    • Titolo: La stagione degli scapoli
    • Autore: Vincenzo Monfrecola
    • Editore: Gargoyle
    • Data di Pubblicazione: 2014
    • ISBN-13: 9788898172542
    • Pagine: 208
    • Formato - Prezzo: Brossura - 16.00 Euro

    26 ottobre 2014

    Novità librarie di novembre: alcune uscite da tenere sott'occhio

    Nonostante il clima poco adatto, siamo entrati nel pieno dell'autunno, e anche novembre si preannuncia ricco di novità editoriali interessanti, tra cui includiamo anche alcune uscite di fine ottobre che non hanno trovato posto nel precedente articolo.
    Ecco quindi la personale selezione a cura - come sempre - di Sakura e Valetta. Il box commenti resta naturalmente a disposizione di chi volesse segnalare altre uscite ai nostri lettori.
    Tutte le informazioni, non essendo definitive, possono essere suscettibili di variazione.


    Questa volta iniziamo dalla casa editrice e/o, che riporta in libreria la misteriosa Elena Ferrante, pseudonimo dietro cui si nasconderebbe una scrittrice italiana (o forse uno scrittore). Il volume conclude la cosiddetta tetralogia "L'amica geniale".


    Storia della bambina perduta di Elena Ferrante - Edizioni e/o, Dal mondo - 416 pagine, 19.50 Euro
    In uscita il 29 ottobre

    Storia della bambina perduta è il quarto e ultimo volume della tetralogia "L'amica geniale" di Elena Ferrante pubblicata da Edizioni E/O. Le due protagoniste Lina (o Lila) ed Elena (o Lenù) sono ormai adulte, con alle spalle delle vite piene di avvenimenti, scoperte, cadute e "rinascite". Ambedue hanno lottato per uscire dal rione natale, una prigione di conformismo, violenze e legami difficili da spezzare. Elena è diventata una scrittrice affermata, ha lasciato Napoli, si è sposata e poi separata, ha avuto due figlie e ora torna a Napoli per inseguire un amore giovanile che si è di nuovo materializzato nella sua nuova vita. Lila è rimasta a Napoli, più invischiata nei rapporti familiari e camorristici, ma si è inventata una sorprendente carriera di imprenditrice informatica ed esercita più che mai il suo affascinante e carismatico ruolo di leader nascosta ma reale del rione (cosa che la porterà tra l'altro allo scontro con i fratelli Solara).


    Per quanto riguarda Mondadori, arriva in libreria l'attesa enciclopedia sull'ambientazione della saga Le cronache del ghiaccio e del fuoco di G.R.R. Martin:


    Il mondo del ghiaccio e del fuoco di G.R.R. Martin - Mondadori, Saggistica straniera - 500 pagine, 25.00 Euro
    In uscita il 28 ottobre

    George R. R. Martin regala ai suoi fan una vera e propria enciclopedia dei personaggi, le casate e i luoghi della saga del "Trono di Spade". Un libro illustrato, ricco di storie e materiali inediti, accompagnati da immagini e mappe a colori, che raccontano l'universo di Martin, le battaglie, le ribellioni e le rivalità della saga fantasy.



    Feltrinelli propone invece un romanzo dell''86 di Herta Müller, scrittrice tedesca premio Nobel per la letteratura nel 2009.


    L'uomo è un grande fagiano nel mondo di Herta Müller - Feltrinelli, I narratori - 128 pagine, 12.00 Euro
    In uscita il 4 novembre

    Un uomo attende il passaporto che gli permetterà di emigrare. Nel tempo bloccato dell’attesa conta i giorni. Il luogo è un villaggio della minoranza tedesca in Romania e il tempo sono gli ultimi anni prima della caduta del regime di Ceaus¸escu. Molti inutili sacchi di farina costa al mugnaio Windisch la speranza di poter abbandonare il paese ed emigrare in Germania. Ma solo quando sua figlia Amelie accetta di compiacere le voglie del parroco e del poliziotto i passaporti, finalmente, arrivano. Squarci di una luce brutale raccontano questo tempo di attesa sovrastato dall’immagine del fagiano, con le sue ali così inette al volo, che in rumeno è a sua volta immagine della creatura umana irretita nel fatale impaccio della vita.


    Beat ristampa in economica Una storia crudele della grande narratrice giapponese Natsuo Kirino, precedentemente pubblicata da Giano:


    Una storia crudele di Natsuo Kirino - Beat, Narrativa straniera - 9.00 Euro
    In uscita a novembre

    Ubukata Keiko, trentacinquenne scrittrice di successo nota con lo pseudonimo di Koumi Narumi, e da qualche tempo in crisi di creatività, scompare lasciando un'unica traccia di sé: un manoscritto intitolato "Una storia crudele". Atsuro, il marito avvezzo alle stranezze e alla volubilità della donna, lo trova in bella vista sulla sua scrivania con il seguente post-it appiccicato sopra: "Da spedire al Dott. Yahagi della Bunchosha". Editor della casa editrice di Koumi Narumi, Yahagi si getta subito a capofitto nella lettura dell'opera, nella speranza di avere finalmente tra le mani il nuovo best seller dell'acclamata autrice. Più si addentra nella lettura, tuttavia, più rimane sconvolto e, leggendo l'annotazione finale dell'opera: "Ciò che è scritto in queste pagine corrisponde alla pura verità. Gli eventi di cui si parla sono accaduti realmente", non può fare a meno di avvertire un brivido corrergli lungo la schiena. Koumi Narumi narra, infatti, dell'infanzia di Keiko, vale a dire della propria fanciullezza. Descritta come una bambina di dieci anni triste e solitaria. Una sera, sperando forse di trovarvi il padre, si spinge fino a K, un quartiere ad alta concentrazione di bar e locali a luci rosse. Là si sente a un tratto picchiettare con delicatezza sulla spalla. Sorpresa, si volta di scatto e scorge un giovane uomo con in braccio un grosso gatto bianco.Frastorn incuriosita, Keiko lo segue in un vicoletto buio, dove losconosciuto le infila un sacco nero sul capo e la rapisce.


    Nord propone invece l'ultimo giallo dell'autore de Il diavolo nella cattedrale, Frank Schatzing:


    Breaking News di Frank Schatzing - Nord, Narrativa Nord - 998 pagine, 22.00 Euro
    In uscita il 6 novembre

    Non doveva andare così. Era l’occasione della sua vita, lo scoop sensazionale che lo avrebbe proiettato nell’empireo dei grandi giornalisti d’inchiesta. E, invece, l’azzardo di Tom Hagen è finito in tragedia: per colpa sua, in una grotta nel deserto afghano, sono morti la sua assistente e alcuni americani tenuti in ostaggio da un gruppo di terroristi. Sono passati tre anni da quel maledetto giorno, e la carriera di Tom è ancora bloccata in un pantano di risentimenti, diffidenze e ostracismo da parte dei colleghi. Ma, adesso, è arrivato il momento del riscatto. Un suo vecchio contatto lo avvisa che, a Gerusalemme, c’è un uomo che lo vuole incontrare per passargli dei documenti segreti sulle attività illegali del governo israeliano. Tom non esita un istante e si lascia coinvolgere in una situazione pericolosissima: in quel dossier, infatti, ci potrebbe anche essere la prova che Ariel Sharon, il discusso ex primo ministro israeliano, non sia entrato in coma a causa di un ictus, bensì per un tentativo di omicidio. Ma, per dimostrarlo e poter pubblicare la notizia, Tom deve scavare nel passato di due famiglie che hanno attraversato lo storia di Israele dagli inizi del ‘900 fino ai giorni nostri. Perché è proprio quel passato che deciderà il futuro del Medio Oriente e, quindi, del mondo intero…


    Segnaliamo inoltre l'arrivo della seconda parte del romanzo storico dedicato alla Rivoluzione Francese della due volte vincitrice del Booker Prize Hilary Mantel, come sempre a cura di Fazi:


    Un posto più sicuro. La storia segreta della rivoluzione vol. 2 di Hilary Mantel - Fazi, Le strade - 190 pagine, 18.00 Euro
    In uscita a novembre

    Dopo la caduta della Bastiglia, in una Parigi divenuta campo di battaglia su cui scorre il sangue dei linciaggi e delle esecuzioni sommarie, la giovane generazione di rivoluzionari si trova all’improvviso sulla soglia della fama e del potere: Camille Desmoulins, Danton e Robespierre, splendidamente tratteggiati dalla penna di Hilary Mantel sempre attenta all'analisi storica, continuano ad agire sotto la fede incrollabile nelle proprie idee. Né il corpo dei regnanti né i luoghi in cui abitano sono più sacri. La tanto agognata repubblica è sempre più vicina. Ma nessuno sa ancora quale sarà il prezzo da pagare.


    Guanda pubblica invece il nuovo romanzo di Nick Hornby, geniale scrittore inglese autore di Alta fedeltà e Non buttiamoci giù.


    Funny Girl di Nick Honby - Guanda, Narratori della Fenice - 384 pagine, 18.50 Euro
    In uscita il 20 novembre

    Nell’Inghilterra degli anni Sessanta spopola l’attrice televisiva Sophie Straw, ex reginetta di bellezza di un paesino del Nord, che ha cambiato nome e tagliato i ponti con la famiglia per trasferirsi nella Swinging London, inseguendo il sogno di far ridere la gente come la sua eroina, la star americana Lucille Ball. Insieme a lei, l’affiatatissima squadra che lavora alla serie della BBC Barbara (e Jim), di cui Sophie è l’indiscussa protagonista: un cast di personaggi straordinari che stanno vivendo, forse senza esserne consapevoli, la grande avventura della loro vita. Gli sceneggiatori, Tony e Bill, nascondono un segreto difficile da confessare. Dennis, il produttore colto e sensibile, ama il suo lavoro ma odia il suo matrimonio – forse perché è sposato con la donna che detiene il record mondiale di snobismo. Il protagonista maschile, Clive, più bello di Simon Templar e molto vanesio, sente di essere destinato a una carriera di più alto profilo. E Sophie, che si è giocata il tutto per tutto pur di sfuggire alla monotonia della provincia e alla minaccia di un matrimonio senza amore, si troverà a recitare un copione di scena troppo simile a quello della sua vita, e dovrà decidere che tipo di donna essere, e che tipo di uomo scegliere, in un mondo in cui anche le donne sperimentano nuovi ruoli e una nuova libertà. L’attesissimo romanzo di Nick Hornby racconta una donna che vuole puntare sull’ironia, più che sulla bellezza, che vuole fare l’attrice, piuttosto che la soubrette, che vuole essere amata, ma davvero."


    Einaudi torna infine in libreria con dei saggi di Martin Amis, con il nuovissimo romanzo di Ian McEwan, e con una proposta-lampo del nuovo Nobel Patrick Modiano:


    Guerra contro i cliché. Saggi letterari di Martin Amis - Einaudi - 250 pagine, 18.00 Euro [cover italiana non disponibile]
    In uscita a novembre

    Quasi quarant'anni di libri, indagini, romanzi e autori fatti a pezzi. Saggi, riflessioni e appassionanti meditazioni romanzesche che tracciano il percorso di lettore e critico di uno degli scrittori più caustici del nostro tempo. Ma anche, e soprattutto, un'inesausta, eccitante, battaglia contro tutti i cliché, le abitudini e gli automatismi che usiamo per addomesticare la letteratura. Da Joyce a Nabokov, da Roth a DeLillo, da "Orgoglio e pregiudizio" a Truman Capote, Martin Amis ci ricorda che "in genere scrivere significa combattere contro i cliché. E non soltanto i cliché della penna, ma anche quelli della mente e quelli del cuore. Chi denigra di solito si serve di cliché. Chi elogia di solito fa ricorso alle doti opposte: freschezza, energia e una voce che risuona".


    La ballata di Adam Henry di Ian McEwan - Einaudi, Supercoralli - 160 pagine, 20.00 Euro [cover italiana non disponibile]
    In uscita il 25 novembre

    Quando la religione si scontra con la vita non si può rimanere fermi a guardare. Almeno non per Ian McEwan che con The Children Act affronta appunto il tema delicatissimo dello scontro millenario tra la scienza e la religione, soprattutto quando essa non è devozione o credenza, ma quasi una forma di scaramanzia. Il grande scrittore contemporaneo, dopo i successi planetari di Espiazione o L’amore fatale, torna nelle librerie con una storia che mette al centro la famiglia e le varie drammatiche sfaccettature che la riguardano. In modo quasi lancinante e a tratti giornalistico McEwan racconta le vicende di una coppia di genitori che animati da forti convinzioni religiose che gli impongono dettami molto rigidi, rifiuta le cure per il figlio malato. Qui si apre la vera voce della narrazione e il caso giudiziario. Infatti il punto di vista è affidato ad una donna, il giudice della Corte Suprema. Partendo dalla prospettiva assolutamente atea, e mai nascosta alle cronache, dello scrittore, la storia si rafforza e trafigge il lettore per la decisione in un certo senso disumana dei genitori di lasciar morire il figlio, in nome di un Dio che nemmeno hanno mai visto e che amano e adorano più della loro stessa prole. Impossibile rimanere indifferenti a questo romanzo, impossibile non farsi una propria opinione. Ma The Children Act costringe ad una scelta tra la vita e la credenza, tra ciò che è scienza e che quindi è di fatto provato e ciò che è religione e si affida al cuore e alla emotività dell’essere umano. Indagando il rapporto sempre complesso tra genitori e figli e mettendoli uno di fronte all’altro nel banco dei testimoni di questa sconcertante vicenda, il vincitore del prestigioso Booker Prize con il romanzo Amsterdam, attacca il lettore alla pagina e lo costringe a riflettere. Il libro, che trae il titolo dal provvedimento di legge omonimo varato nel 1989 dal Parlamento inglese in difesa del benessere del bambino come punto di partenza per ogni decisione giuridica, si affida alla voce razionale, sebbene femminile, di un giudice che deve difendere la vita di un bambino, ma anche tutelare le scelte religiose.


    L'erba delle notti di Patrick Modiano - Einaudi, Supercoralli - 152 pagine, 18.00 euro
    In uscita il 25 novembre

    Jean è uno scrittore solitario che fatica a distinguere il presente dal passato, i ricordi veri da quelli immaginari. Eppure non ha sognato: sul suo vecchio taccuino nero degli anni Sessanta sono infatti annotati nomi, numeri di telefono, date di appuntamenti, e persino brevi testi «che hanno qualcosa a che fare con la letteratura». Fra questi nomi spicca quello di Dannie – una ragazza dalle molteplici identità che riceve misteriose lettere al fermoposta e della quale Jean è invaghito –, e poi Paul Chastagnier – che viaggia in una Lancia rossa fiammante pur desiderando rimanere in incognito –, Duwelz che profuma di Pino Silvestre, e tutta la loro banda di loschi personaggi che frequentano locali equivoci come l’Unic Hotel o il bar «66» vicino ai giardini del Luxembourg, teatro di frequenti retate notturne. Nelle sue lunghe passeggiate negli stessi quartieri di allora, fra i palazzi e la folla anonima della Parigi moderna, Jean ricorda un’epoca in cui non esistevano gli iPhone, un tempo in cui la città era diversa: una topologia dove il reale trascolora nel sogno, quasi un paesaggio interiore dove a volte si apre un varco nel tempo, e dalla memoria scaturiscono fantasmi del passato o scrittori come Gérard de Nerval, Tristan Corbière e perfino Jeanne Duval, la musa di Baudelaire. Così, riaffiorano alla mente dettagli incompiuti, segreti mai svelati, misteri irrisolti: perché la polizia lo aveva interrogato? Cos’era successo al pianoterra di quell’appartamento sul lungosenna? C’è forse un legame con la guerra d’Algeria e l’affare Ben Barka? E poi, quale significato attribuire alle parole di Dannie: «Cosa diresti se io avessi ucciso qualcuno» e, soprattutto, alla sua improvvisa scomparsa? La verità è lì a un passo, eppure irraggiungibile.

    25 ottobre 2014

    Feltrinelli Zoom Senza Filtri


    Qualche mese fa vi abbiamo parlato della nuova collana interamente digitale di Feltrinelli, Feltrinelli Zoom, che si propone di pubblicare quei libri di pregio che però su carta risultava troppo oneroso stampare ma che in formato digitale, al vantaggioso prezzo di 0.99 euro, possono finalmente vedere la luce. In quell'occasione abbiamo recensito tre volumi della serie Zoom Flash: Siamo nei mesi dell'amore di Arthur Rimbaud, Le leggende del Palazzo del Governatore di Nathaniel Hawthorne e Il ritratto di Mr W.H. di Oscar Wilde.
    Ora la casa editrice torna con una nuova collana interamente dedicata alla narrativa di genere (thriller, fantascienza, erotico, horror...): Zoom Filtri, supervisionata da nientemeno che Sergio “Alan D.” Altieri, profondo conoscitore delle narrazioni di genere, che firma anche i testi descrittivi che accompagnano i volumi. I primi otto titoli sono già noti e sono i seguenti: un

    Lotte & Søren Hammer, L’eleganza degli angeli

    Un inedito dei due eleganti, micidiali autori danesi, incentrato su una giovane e bellissima impiegata di banca che nasconde un segreto per il quale vale la pena uccidere.

    Raymond Chandler, In un giorno di pioggia

    La storia della passione insana di un patrigno e della cupidigia di un cadaverico fotografo: un seminale capolavoro del geniale creatore di Philip Marlowe.

    Cory Doctorow, Scroogled

    In download gratuito su tutti gli store. Immaginate un mondo in cui Google è un'entità strangolante e opprimente, pervasiva e invasiva. Un autentico, inesorabile Grande Fratello. Controllato da chi?

    Etgar Keret, Finestre

    Un inedito del brillante scrittore israeliano, una storia in cui neppure l'ologramma di una finestra è quello che sembra.

    A. S., Le confessioni di Xavier X,

    La conturbante storia di uno scrittore cieco che ama sedurre le donne che popolano le vite di amici e colleghi.

    Andrea Tomaselli, La peste dell’anno uno

    L'inquietante affresco di un mondo appestato da una terribile epidemia e di una ragazzina che vive col padre e il fratellino, isolata da tutto. Ma nulla è come sembra e l'Ingannefico attende nell'ombra.

    H. P. Lovecraft, I miti di Cthulhu

    Il più celebre capolavoro del maestro indiscusso dell'orrore: la saga del mostruoso Cthulhu, signore di inferi troppo terribili per essere anche solo immaginati dalla mente umana.

    Edgar Allan Poe, Il pozzo e il pendolo

    Il più terrorizzante fra i racconti del grande autore americano, l'agonia di un uomo imprigionato in una cella diabolica.

    I racconti saranno in vendita a partire dal 30 ottobre, con l'eccezione di Scroogled di Cory Doctorow che, per celebrare l'occasione, sarà distribuito gratuitamente in quella data. Al fine di attirare maggiormente l'attenzione dei lettori, inoltre, Feltrinelli lancia l'iniziativa #Senza Filtri e per la prima volta e solo per 24 ore apre le porte agli aspiranti scrittori.
    Si tratta di un'iniziativa che vale la pena segnalare perché solitamente la storica casa editrice milanese non accetta dattiloscritti non sollecitati mentre ora si presta a far leggere a un editor i manoscritti che le verranno inviati, dando l’opportunità agli aspiranti autori di essere selezionati per una vera pubblicazione digitale, in cui si sarà seguiti in tutto il percorso dalla revisione del testo alla comunicazione.
    Come si diceva, le porte saranno aperte solo per 24 ore, giovedì 30 ottobre 2014, dalle 00.01 alle 23.59 quando all’indirizzo zoom.filtri@feltrinelli.it - attivo solo ed esclusivamente in quel lasso di tempo - si potranno mandare scritti inediti che rispondano ai seguenti requisiti:

    • Deve essere narrativa di genere giallo/thriller/noir, fantasy, fantascienza, horror, erotico, romantico
    • Deve essere di minimo 30.000 battute e massimo 200.000, spazi inclusi
    • Deve riportare in prima pagina o a piè di pagina nome, cognome ed e-mail dell’autore
    • Non deve presentare errori grammaticali almeno nelle prime cinque pagine
    • Inoltre la mail accompagnamento dovrà includere:
    • il genere di appartenenza del testo
    • un riassunto di circa 300 caratteri del testo

    Un'occasione ghiotta che senza dubbio attirerà l'attenzione di molti aspiranti scrittori, che in Italia si sa abbondano, all'interno di un'iniziativa lodevole e moderna che sfrutta appieno le nuove potenzialità offerte dall'editoria digitale che speriamo non rimanga un caso isolato in quanto mette a disposizione dei lettori opere a cui finora non avevano avuto accesso (a meno che non si cimentassero nella lettura in lingua originale) in quanto la loro pubblicazione non era ritenuta valida economicamente. Una problematica di cui avevamo già parlato quando abbiamo segnalato il problema delle serie interrotte, per alcune delle quali una soluzione di questo tipo si dimostrerebbe estremamente azzeccata.

    24 ottobre 2014

    L'ultima colonia - John Scalzi

    Dopo anni passati a combattere per le Forze di Difesa Coloniale come soldato artificialmente potenziato, John Perry ha infine trovato un'oasi di pace in un universo violento. Un piccolo pianeta periferico dove vive con moglie e figlia servendo l'Unione Coloniale come semplice difensore civico. Un giorno però il passato bussa alla porta della sua fattoria: John e Jane, anche lei ex soldato delle FDC, sono stati scelti per guidare la colonizzazione di un nuovo pianeta in un'operazione che si prospetta da subito di grande importanza strategica per il futuro dell'Unione. I due non ci impiegheranno molto a capire che nulla è come sembra e che la nuova colonia è solo una pedina in un gioco di potere interstellare fra la razza umana e gli alieni, in bilico fra diplomazia e azioni di rappresaglia militare. John Perry dovrà districare una fitta rete di menzogne per salvare se stesso e la gente di cui è responsabile, impedendo che la loro finisca per essere l'ultima colonia del genere umano.

    Recensione

    Terza avventura per il "vecchio" John Perry; terza incarnazione, terzo corpo e terza nuova fase di vita per il protagonista della premiatissima serie "Old Man's War". Giunto a una vecchiaia senza più futuro, deceduta la moglie di tutta una vita, al vecchio Perry viene data l'opportunità di ricominciare da zero, imbarcarsi in un'avventura militare in giro per un Universo brulicante di forme di vita aliena e reincarnarsi in un corpo umano, potenziato e... verde. Così, dopo aver contribuito a modificare l'esito di una guerra aliena nel primo episodio della serie, e dopo aver sventato il folle piano dell'immancabile scienziato pazzo di turno, è tempo per il vecchio-giovane soldato di ritirarsi a vita privata, con una giovane moglie clonata e una figlia adottiva.

    L'esordio del romanzo in questione ci fa immergere nella vita quotidiana di Perry e famiglia, impegnato nella titanica impresa di... riabituarsi alla noiosa vita di tutti i giorni, lontano da alieni, astronavi, giochi di potere e fucili laser. Si avverte subito il mutamento di atmosfera in questo terzo episodio, dal ritmo più rilassato, introduce poco alla volta i dettagli della trama, non conosce l'escalation narrativa dei primi due, più improntati all'azione. Sin da subito abbondano i dialoghi, e questa è una novità che distingue ulteriormente il romanzo dagli episodi precedenti. Quando a Perry viene offerto l'incarico di guidare la fondazione di una nuova colonia, i drammi esistenziali di una complicata famiglia che si ritrova a dover ricominciare da capo ben presto si sommano agli intrighi politici, gli inganni, i giochi di potere e i conflitti etici che animano l'intero romanzo. Una vera svolta, dunque, tanto per il lettore che per il protagonista: ritrovatosi al centro di un complicatissimo braccio di forza tra l'umanità e l'alienalità raccolta nel Conclave, sprovvisto del suo vecchio corpo superpotenziato e geneticamente modificato, dovrà contare unicamente sulla sua capacità di persuasione.

    Un romanzo politico, dunque, dal forte impianto dialettico, che tiene incollato il lettore nonostante l'assenza della grande azione caotica e pirotecnica dei primi due libri. Una novità che ha l'effetto positivo di svecchiare la serie, di allargare gli orizzonti, approfondire i personaggi ed espandere l'universo narrativo. Anche se Scalzi, nei ringraziamenti finali, sostiene di voler concludere le gesta di John Perry, sappiamo che non ha resistito alla tentazione di andare oltre. In attesa che la Gargoyle sforni il libro successivo, non ci resta che aspettare, come sempre, col fiato sospeso.


    La serie "Old Man's War":

  • Morire per vivere (Old Man's War, 2005) - Gargoyle, 2012
  • Le brigate fantasma (The Ghost Brigades, 2006) - Gargoyle, 2013
  • The Sagan Diary, 2007
  • L'ultima colonia (The Last Colony, 2007) - Gargoyle, 2014
  • Zoe's Tale, 2008
  • Questions for a Soldier, 2005
  • After the Coup, 2008
  • The Human Division, 2013
  • The End of All Things, in uscita
  • Giudizio:

    +4stelle+

    Dettagli del libro

    • Titolo: L'ultima colonia
    • Titolo originale: The Last Colony
    • Autore: John Scalzi
    • Traduttore: B. Tavani
    • Editore: Gargoyle
    • Data di Pubblicazione: 2014
    • Collana: Extra
    • ISBN-13: 9788898172443
    • Pagine: 315
    • Formato - Prezzo: Brossura - 18,00 Euro 
     

    La Stamberga dei Lettori Copyright © 2011 | Template design by O Pregador | Powered by Blogger Templates