24 gennaio 2018

2018: Nuovi adattamenti cinematografici in arrivo nei prossimi mesi

Cari lettori,
non poteva mancare anche quest'anno la nostra incursione nel mondo del cinema per vedere quali saranno gli adattamenti di romanzi famosi più succosi previsti per questo 2018.
Rispetto alle precedenti rubriche ci occuperemo sia di film che di telefilm, dato la crescente ascesa in termini di qualità e prestigio che le serie tv hanno acquisito negli ultimi anni.

E partiamo proprio da un serie tv, che il colosso dell'e-commerce Amazon ha annunciato per il 12 gennaio negli Stati Uniti anticipando già anche l'arrivo nel nostro paese. Si tratta di Electric Dreams, basata sui racconti del maestro della fantascienza Philip K. Dick, che, tra gli altri, hanno ispirato il capolavoro Blade Runner.
Le aspettative soon alte anche perché il cast include il Bryan Cranston - che apparirà in un episodio - insieme al premio Oscar Anna Paquin, Steve Buscemi, Juno Temple, Greg Kinnear, Vera Farmiga, Terrence Howard e Janelle Monáe.

Il 19 gennaio è uscito invece il nuovo film di Paolo Virzì che vanta come protagonisti due attori di spessore come i premio Oscar Helen Mirren e Donald Sutherland, una star statunitense, quest'ultimo, che ha sempre amato collaborare con il cinema italiano.
Il film si intitola Ella & John e affronta il tema dell'Alzheimer attraverso la storia di un anziano professore colpito dalla malattia che si imbarca in un'avventura on the road con la moglie, scegliendo quindi la strada della commedia per parlare di malattia ma anche di amore nella terza età. Il film è ispirato al romanzo di Michael Zadoorian In viaggio contromano , pubblicato da Marcos y marcos nel 2009.

Cambiamo completamente genere con The Alienist, ancora una serie tv, basata sul romanzo L'alienista di Caleb Carr. Il telefilm, costituito da otto episodi, debutterà negli Stati Uniti il 22 gennaio su TNT ma è già stato annunciato che Netflix ha acquisito i diritti per la distribuzione, quindi possiamo sperare in un arrivo in Italia non troppo in là.
Si tratta di un thriller storico con protagonista l'ex bambina prodigio Dakota Fanning e segue una serie di orribili omicidi che perseguitano i giovani prostituti della New York del 1896.
La Fanning, nel ruolo di una segretaria del Quartier generale di polizia che prende parte alle indagini, sarà affiancata da Luke Evans e Daniel Brühl, quest'ultimo impegato nel ruolo che dà il titolo alla serie, quello di psicologo criminale, conosciuto anche come alienista.

Torniamo di nuovo al cinema con un titolo molto atteso: Annientamento, thriller fantascientifico, diretto da Alex Garland, con Natalie Portman e Jennifer Jason Leigh.
Si tratta di un adattamento dell'omonimo romanzo di Jeff VanderMeer, primo della Trilogia dell'area X, aun territorio dove un fenomeno in costante espansione e dall'origine sconosciuta altera le leggi fisiche, nel quale si addentrerà una spedizione guidata dalla biologa Portman, la quale proprio a causa di una precedente spedizione in quest'area perse il marito.
Pur trattandosi di un film, la distribuzione al cinema è prevista solo negli Stati Uniti, in Canada

e in Cina a partire dal 23 febbraio, mentre nel resto del mondo arriverà direttamente su Netflix 17 giorni dopo la distribuzione nei cinema.

Attesissima è anche la prossima pellicola con protagonista il premio Oscar Jennifer Lawrence, la cui uscita è prevista negli Stati Uniti il 2 Marzo. Si tratta di Red sparrow, tratto dall'omonimo romanzo di Jason Matthews pubblicato in italiano con l'imbarazzante titolo di Nome in codice: Diva.
Anche in questo caso si parla di thriller e di primo volume di una trilogia con al centro una ballerina russa che, nell'era di Putin, vive cuna doppia vita come agente segreto con l'incarico di irretire i nemici e eliminarli.Da brava James Bond al femminile,la protaginista si destreggerà con abilità fuori dal comune tra intrighi, doppi giochi e seduzioni.

Piacevolissima notizia è anche quella dell'arrivo nelle sale dell'adattamento del romanzo culto di Madeleine L'Engle, Nelle Pieghe del Tempo, classico del fantasy pubblicato per la prima volta nel 1962 e tradotto in 32 lingue. Il film, che avrà lo stesso titolo, vanta un cast all star che include Oprah Winfrey, Reese Witherspoon, Mindy Kaling, Zach Galifianakis e Chris Pine oltre all'esordiente Storm Reid nel ruolo di Margaret Murry, la ragazzina protagonista che si imbracherà in una pericolosa avventura tra le pieghe del tempo per ritrovare il padre, scomparso misteriosamente.
Il film è in lavorazione da diversi anni, dopo che la Disney acquistò i diritti nel 2010 e ha un budget da colossal, cartteristica che rende la regista Ava DuVernay la prima donna a dirigere un film con un budget oltre i 100 milioni di dollari.

Altra piacevole notizia è quella dell'uscita di Tuo, Simon, film tratto dal bestseller YA Simon vs. the Homo Sapiens Agenda di Becky Albertalli, divertente storia di un primo amore e di un coming out pubblicato anche questa volta in Italia con un titolo banale che non gli rende affatto giustizia come Non so chi sei ma io sono qui.
Alcuni siti lo stanno già pubblicizzando come "il film gay" e, non conoscendo evidentemente il romanzo, lo classificano come film drammatico quando la pellicola rientra priù nel genere delle commedie adolescenziali tipiche del cinema statunitense, ambientate per lo più tra i corridoi di una scuola superiore dove il protagonista si troverà a confessare a tutti la propria omosessualità, con risvolti tra l'ironico e il divertente che rendono questo film appetibile soprattutto per i più giovani, sempre che qualche genitore non decida che sia poco opportuno che i figli vedano un "film gay".

Per fine marzo è previsto l'arrivo anche dell'adattamento di Player one, bestseller distopico di Ernest Cline pubblicato nel 2010 e portato sul grande schermo niente meno che da Steven Spielberg.
Il film, che uscirà con il titolo originale di Ready player one immagina un futuro non proprio improbabile, in cui la qualità della vita sulla terra è completamente compromessa dall'inquinamento e la sovrapopolazione e l'umanità si trova a trovare sollievo in una realtà virtuale, OASIS. Il giovane protagonista è proprio un utente della piattaforma, impegnato a risolvere una complessa caccia al tesoro che potrebbe portarlo addirittura a diventare il nuovo proprietario di OASIS.

Poco conosciuto in Italia ma da tener d'occhio per argomenti, cast e regia è Don't Worry, He Won't Get Far on Foot, adattamento dell'omonimo libro di memorie scritto dal vignettista John Callahan, paraplegico e alcolizzato.
La regia della pellicola è affidata a Gus Van Sant, che si è anche occupato di scrivere la sceneggiatura, mentre nel ruolo principale troviamo Joaquin Phoenix, in una delle sue trasformazioni più impressionanti.

Bestseller di fama internazionale è invece Dove vai Bernadette?, esilarante romanzo di Maria Semple che racconta la misteriosa e imrpvvisa scomparsa di un'architetta agorafobica, vista dagli occhi della figlia adolescente che decide di scoprere che fine a fatto la strana genitrice.
I diritti del libro furono acqustati già nel 2013, a solo un anno dalla pubblicazione del romanzo, ma la pellicola vede la luce solo ora. Il film, diretto dal Richard Linklater che ha fatto tanto parlare di sè lo scorso anno con Boyhood ,uscirà a maggio negli Stati uniti e vede nel ruolo di protagonosta il premio Oscar Cate Blanchett e Billy Crudup nei panni del marito.

L'industria del cinema quando pensa di aver trovato una gallina dalle uova d'oro non se la fa sfuggire perciò, dopo il successo planetario di Gone girl - L'amore buguardo ecco comparire un nuovo adattamento di un'opera di Gillian Flynn. Si tratta in questo caso del suo romanzo d'esordio Sulla pelle, dal quale HBO ha tratto una miniserie dal titolo Sharp objects con protagonista la brava Amy Adams, nei panni di una giornalista con seri disturbi pschiatrici che fa ritorno al suo paese natale e si ritrova a seguire la storia dell'omicidio di due ragazzine.
La scrittrice è in questo caso anche sceneggaitrice e produttrice esecutiva mentre dietro la macchina da presa troviamo Jean-Marc Valée che, sopo il successo di Big Little Lies, sembra essersi affezionato alle serie tv.

Non sono rasserenanti nemmeno le atmosfere di The Little Stranger, nuovo film del regista di Room Lenny Abrahamson, tratto dall'omonimo romanzo di Sarah Waters e pubblicato in Italia con titolo L'ospite.
Si tratta infatti di un thriller dai risvolti horror ambientato negli anni '40, nel quale un professore interpretato da Domhnall Gleeson verrà invitato in una dimora di compagna dove in passato la madre, aveva lavorato come governante e che sembra ora infestata da misteriose presenze.Nel cast anche Charlotte Rampling nella parte della padrona di casa, perseguitata insieme alla figlia Ruth Wilson da esseri sovrannaturali.

Il successo cinematografico dei precedenti adattamenti della saga Millenium di Stieg Larsson è stato al massimo discreto, tuttavia la Sony ha deciso di riprovarci portando sullo schermo Quel che non uccide, che in realtà è il quarto volume della serie ed è uscito dalla penna di David Lagercrantz, in seguito alla prematura scomparsa di Larsson.
Più chedi un sequel si tratterà infatti di un reboot, tant'è che Rooney Mara non vestirà più gli iconici panni di Lisbeth Salander; al suo posto Claire Foy, da poco salita al livello di star internzionale grazie alla sua pluripremiata interpretazione nella serie tv The Crown, dove i veste i panni di una giovane Elisabetta II. Alla regia troviamo Fede Alvarez, reduce dai successi di Evil Dead e Man in the Dark mentre l'uscita della pellicola nelle sale americane è prefista per l'ottobre di quest'anno.

Torniamo di nuovo a parlare di Neflix con L'incubo di Hill House di Shirley Jackson, uno dei capisaldi della letteratura horror, che la nuova piattaforma di intrattenimento ha deciso di trasformare in una nuova serie tv dal titolo The Haunting of Hill House.
Non si tratta del primo adattamento del romanzo della Jackson, che già nel 1963 e nel 1999 fu trasformato in un film. Netflix si propone però di farne una versione più moderna.
Composta da 10 episodi la serie vanta tra i produttori anche Steven Spielberg, mentre nel cast troviamo il Michel Huisman, il Daario di Game of Thrones, nel ruolo di Steven Crane, scrittore di libri sul sovrannaturale, tra cui un memoir dedicato al periodo in cui la sua famiglia visse a Hill House. Nella più classica delle trame horror, la serie seguirà la vicenda di quattro persone che si ritrovano a passare l'estate in una casa che si suppone infestata.

Largamente anticipato, atteso e temuto, è invece il ritorno di un'icona cinematografica che col tempo ha superato la fama del libro che l'ha ispirata. Stiamo parlando di Mary Poppins che a fine anno tornerà al cinema con il viso di Emily Blunt, attrice graziosa e discreta ma forse non all'altezza della fantastica Julie Andrews, che diede fama immortale all'istitutrice uscita dlla penna di P.L. Travers nel lontano 1934.
La regia di questo reboot è affidata ad un espero di musical come Rob Marshall (Chicago) mentre il cast, oltre alla Blunt, prevede un paio di star che sembrano chiamate apposta per rasserenare gli spettatori più diffidenti: Colin Firth e Meryl Streep.
badate bene che non si tratta di un remake ma di un sequel, ambientato vent'anni dopo dagli avvenimenti del primo film, dove ritroviamo i celebri Jane e Michael ormai adulti. Dopo che Michael ha subito una grave perdita personale, l'enigmatica tata Mary Poppins (Emily Blunt) fa ritorno nella vita della famiglia Banks, e, insieme al lampionaio Jack (Lin-Manuel Miranda, niente Bert/Dick van Dyke, rassegnatevi), userà le sue abilità magiche per aiutare la famiglia a riscoprire la gioia che manca nella loro vita.

Con la tata più amata di sempre chiudiamo la nostra rubrica che, sappiatelo, ha toccato solo i principali fra una serie sempre più voluminosa di titoli che dagli scaffali della libreria viaggiano verso cinema e televisione.
E voi, cari lettori, quali adattamenti non vedete l'ora di vedere quest'anno? Fatecelo sapere!

1 Commenti:

  • 22 aprile 2020 08:55
    JoschClane says:

    La maggior parte delle persone, invece di lottare per il bene, anela alla felicità, alla lucentezza e alla durevolezza; Ecco perché mi piacciono gli attori in film https://eurostreaming.fyi/ come questo.

Posta un commento

 

La Stamberga dei Lettori Copyright © 2011 | Template design by O Pregador | Powered by Blogger Templates