5 agosto 2015

La Nuova Alba dei Morti Viventi - I colori della paura, nuova iniziativa Sergio Bonelli Editore

Nuovissima iniziativa della famosa casa editrice italiana di fumetti Sergio Bonelli Editore, una nuova collana interamente dedicata al misterioso indagatore dell’incubo Dylan Dog: Dylan Dog – I colori della Paura.
Si tratta di ristampe a colori delle singole storie tratte dalla serie Dylan Dog ColorFest con uscita non semestrale (come è consuetudine per i ColorFest) bensì settimanale in edicola, abbinate al giornale La Gazzetta dello Sport al costo di 1,99 € (prezzo del giornale escluso).


La collana ha esordito il 22 luglio con la prima di 53 uscite: La nuova alba dei Morti Viventi con i disegni e la storia di Emiliano Mammuccari e Roberto Recchioni (autori anche tra l’altro del fumetto, sempre di casa Bonelli, Orfani).

Particolare attenzione dedico a questo numero di partenza in quanto si tratta di un inedito: ebbene sì, ci troviamo davanti a un remake del primo originale numero di Dylan Dog pubblicato nel 1986, con storia e disegni di Tiziano Sclavi e Angelo Stano: il famoso L’alba dei Morti viventi.

Trentasei pagine che racchiudono l’essenza di una storia che è sempre attuale e in grado di attirare la curiosità delle nuove generazioni e che non presenta, a grandi linee, differenze di rilievo rispetto all'originale in quanto, come gli stessi autori hanno affermato in occasione della presentazione della collana presso il Mondadori Megastore di Piazza Duomo a Milano, si tratta di un buon auspicio e di un omaggio ad una tradizione del fumetto intramontabile: Dylan con il suo modo di fare e la sua caparbietà mista a stramberie, e in compagnia del suo fedele assistente di (dis)avventure Groucho, è un evergreen del fumetto.

Quando è nata l’idea di questa collana insieme alla Gazzetta, all’inizio avevamo pensato semplicemente alla questione delle ristampe però abbiamo subito avvertito un problema di fondo, questo tipo di operazioni sono belle perché raggiungono un pubblico che il personaggio magari non lo conosce e non lo ha mai letto prima e sentiamo una necessità di avere una storia con cui iniziare. Ora non si può avere una storia migliore con cui iniziare de L'alba dei morti viventi di Tiziano perciò abbiamo pensato creiamo un remake, un’idea di una storia che sia tanto un omaggio quanto un gioco, quanto un’esplorazione all’interno di quanto Tiziano e Angelo hanno già fatto in termini di linguaggio e di disegno e anche della storia stessa.
Queste le parole di Roberto Recchioni, che mettono a fuoco il cuore delle intenzioni del remake e anticipano poi quelli che sono i piccoli cambiamenti tra le due versioni: il focus di questa rivisitazione sarà infatti la famosa custodia del clarinetto, assai cara ai fedeli estimatori del detective sui generis e alcune battute in più saranno affidate al personaggio burlone di Groucho.

Una cura particolare è stata dedicata all’uso del colore: come lo ha definito Roberto, un veicolo di emozioni al pari del disegno e della scrittura, uno strumento narrativo che permette di raccontare una storia che conosciamo in bianco e nero ma attraverso i colori. Dunque parliamo anche di un remake visivo, come sottolinea il disegnatore Mammuccari:

Vi diamo qualcosa di assolutamente nuovo ma ogni tanto io mi sono divertito a replicare esattamente la stessa vignetta cercando di fare un mix tra il nuovo e il già vissuto, su cui il colore va a rendere una omogeneità e una ispirazione particolare.

E poi ancora ha dato la sua definizione di remake:

Nel nostro caso remake non era sostituiamo e rendiamo attuale qualcosa che in realtà è perfetto [...] ma ritroviamo e riportiamo in maniera attuale le sensazioni che abbiamo provato quando abbiamo letto la prima volta. Il disegno di Stano è estremo e particolare e non era possibile attualizzarlo ma era possibile dare un’interpretazione nuova.

Un’ottima riuscita, insomma, e un buon prodotto a cui non mancano alcune aggiunte editoriali come un focus sul disegnatore realizzato da Luca Barbieri e un redazionale di Fabio Licari all’interno di ogni numero.
Non dimentichiamo che le 53 copertine sono tutte nuove, realizzate dai migliori disegnatori che con l’ausilio del colore hanno la possibilità di esaltare ancora di più particolari e dettagli importanti nonché di monitorare l’impatto emotivo sui lettori.


Ci aspettano in edicola ancora moltissime uscite; di seguito trovate elencate le prime 10 e il trailer pubblicitario della collana:

1 – La nuova alba dei morti viventi – 22 luglio 2015 – Copertina di Carmine Di Giandomenico
2 – Il vampiro dei colori – 29 luglio 2015 – Copertina di Marco Nizzoli
3 – La grande nevicata – 5 agosto 2015 – Copertina di Carlo Ambrosini
4 – Fuori tempo massimo – 12 agosto 2015 – Copertina di Maurizio Di Vincenzo
5 – Il mago degli affari – 19 agosto 2015 – Copertina di Marco Soldi
6 – La lettera bianca – 26 agosto 2015 – Copertina di Marco Nizzoli
7 – Il buio nell’anima – 2 settembre 2015 – Copertina di Carlo Ambrosini
8 – Lacrima di stella – 9 settembre 2015 – Copertina di Marco Nizzoli
9 – La camera chiusa – 16 settembre 2015 – Copertina di Marco Soldi
10 – Le radici del male – 23 settembre 2015 – Copertina di Maurizio Di Vincenzo

Un'iniziativa da non perdere per tutti i fan dell’Indagatore dell’incubo e delle sue folli e pericolose avventure.



4 Commenti a “La Nuova Alba dei Morti Viventi - I colori della paura, nuova iniziativa Sergio Bonelli Editore”

  • 5 agosto 2015 13:38

    Mi piace molto.

  • 5 agosto 2015 14:49
    Chiara A. says:

    Grazie, una bella iniziativa da non perdere! :)
    Un ottimo tentativo per far avvicinare anche le nuove generazioni ad un fumetto storico come Dylan Dog che è sempre pronto a rinnovarsi mantenendo però gli stessi canoni di sempre.

  • 5 agosto 2015 18:11

    Vero Chiara, anche se le nuove storie stanno perdendo i colpi.

  • 5 agosto 2015 18:16
    sakura87 says:

    Io sono una vecchia lettrice che aveva smesso di leggere e che ha ripreso con il "salto della quaglia" del n. 337. Devo dire che i primi due volumi di questo nuovo ciclo (la "svolta" e il pensionamento di Bloch) li ho trovati molto belli e in generale non mi dispiace leggere queste novità (i cellulari, la nuova nemesi...). Detto questo, ci sono state anche storie piuttosto bruttine...

Posta un commento

 

La Stamberga dei Lettori Copyright © 2011 | Template design by O Pregador | Powered by Blogger Templates