18 gennaio 2014

Presto in produzione Equals, la nuova trasposizione cinematografica di 1984

Ogni qualvolta pensiamo di aver raggiunto il fondo, scopriamo che c'è sempre qualcuno che si è già messo a scavare.

E' quello che non si può fare a meno di pensare leggendo una notizia del genere. E' una bufala, ci diciamo, è una bufala, speriamo con tutte le nostre forze, ma invece è la realtà, e ha superato la fantasia.

La notizia? Si fa presto a dirla, non tanto a digerirla: 1984 avrà una nuova trasposizione cinematografica in chiave romantica.
Scioccati? Ecco il colpo di grazia: la protagonista di Equals, Julia, sarà interpretata da Kristen Stewart, la star di Twilight, una delle attrici più popolari di Hollywood tra i giovanissimi.

«I can't believe I agreed to do it», ha dichiarato la talentuosa attrice alla Associated Press, «I'm terrified of it. Though it's a movie with a really basic concept, it's overtly ambitious». Anche noi ne siamo spaventati, anzi, terrorizzati, specie fronte a una successiva affermazione della Stewart, la quale dichiara «It's a love story of epic, epic, epic proportion». Temo di non peccare di pregiudizialismo se ritengo che non sarà necessario guardare il film per anticiparne gli intenti: trasformare una storia pregna di significato, una pietra miliare della letteratura, nell'ennesimo polpettone smielato per adolescenti con gli ormoni in subbuglio.

Ma facciamo un passo indietro: 1984, scritto nel 1948 e pubblicato l'anno successivo, è il più noto e apprezzato romanzo di George Orwell, forse ancor più del pure celeberrimo La fattoria degli animali. Romanzo distopico per eccellenza, il libro è ambientato in una società futura (per l'epoca) che esaspera ai massimi sistemi gli aspetti del socialismo: Oceania, Eurasia ed Estasia sono le tre potenze totalitaristiche in cui la Terra è ripartita. Winston Smith, il protagonista, è un membro subalterno del Partito, l'organo di controllo totale che monitora azioni e pensieri dei cittadini mediante una fitta rete di teleschermi, eliminando immediatamente qualsiasi soggetto esca anche solo minimamente fuori dagli schemi prefissi. L'incontro con Julia, anche lei membro del Partito, lo spinge a unirsi insieme alla donna (di cui si è innamorato) alla Confraternita, un'organizzazione clandestina.

1984 è stato sì ispirazione per il nutrito filone della distopia young adult - che grazie ad Hunger Games ha raggiunto livelli di successo tra il pubblico straordinari -, ma vederlo trasposto al cinema ridotto a mera storia d'amore (sebbene nel romanzo una relazione sentimentale sia presente, anche se più simbolo di volontà di ribellione e di ricerca di libertà che storia d'amore in senso stretto) sa di dissacrazione bella e buona.

Equals, pare, sarà un adattamento dello storico film del 1956 più che del romanzo in sé. Diretto da Drake Doremus, oltre alla già citata Kristen Stewart il film vedrà Nicholas Hoult (protagonista del recente Cacciatore di giganti e fidanzato di Jennifer Lawrence, la star di Hunger Games) nei panni di Winston, sebbene il personaggio letterario sia piuttosto più anziano. Le riprese inizieranno più avanti nel 2014.

Ebbene, tenetevi forte: presto le librerie saranno invase di copie di 1984 con cover glitterate che vedranno i due protagonisti del film avvinghiati in struggenti pose plastiche. Le ragazzine in tempesta ormonale avranno una brutta sorpresa, tuttavia, perché si troveranno tra le mani un romanzo complesso e pregno di significati politici e sociali. Ma cerchiamo il diamante nel fango: magari a qualcuna di loro piacerà, e scoprirà che non esistono solo i paranormal romance.

7 Commenti a “Presto in produzione Equals, la nuova trasposizione cinematografica di 1984”

  • 18 gennaio 2014 12:33

    Non c'è mai fine al peggio...lei inespressiva a livelli mostruosi nonché incapace di recitare, lui che ha quella faccia da ragazzo sfigato ma che nel frattempo è il più "ganzo" di tutti. Pensò mi comprerò la copia ora di 1984 piuttosto di vedere i loro due volti sulla copertina del libro. Cosa non si fa ad Hollywood per i soldi!

  • 18 gennaio 2014 13:02
    Katerina says:

    Mettendo da parte l'oltraggio per il vilipendio del libro, potrebbe venir fuori una roba comica a livelli notevoli.

  • 18 gennaio 2014 19:33
    Marco Goi says:

    no dai, è una bufala, vero?

  • 18 gennaio 2014 19:56
    sakura87 says:

    Marco Goi, spero vivamente che qualcuno della US Magazine salti su a dire che si è trattato di uno scherzo, ma la notizia è stata ripresa da troppi siti senza nessuna smentita.

  • 19 gennaio 2014 11:59
    Chiarar Kygo says:

    No,mi rifiuto di credere a questa notizia.
    Ho amato la saga di Twilight (i libri, non i film), ma rendere un classico, che ho adorato e che mi ha aperto gli occhi una favoletta melensa per ragazzi no! Me le immagino già le ristampe con la locandina del film...un incubo che diventa realtà.

  • 19 gennaio 2014 19:43
    Iole says:

    Io invece credo che dobbiamo avere fiducia in questa giovane donna di talento, tenendo conto che ha interpretato ruoli ben più difficili della "Bella di Twilight" con cui tutti la pregiudicate e identificate. Ho fiducia in questa trasposizione per la sua seria presenza.

  • 19 gennaio 2014 20:04
    sakura87 says:

    Ruoli ben più difficili, quali? La bambina monoespressiva di Panic Room? La hippie monoespressiva di Into the Wild? La depressa monoespressiva di Speak? O forse la beat monoespressiva di On the road?

Posta un commento

 

La Stamberga dei Lettori Copyright © 2011 | Template design by O Pregador | Powered by Blogger Templates