5 settembre 2014

Diario di bordo di uno scrittore - Björn Larsson

"Era una notte buia e tempestosa" quando Björn Larsson aprì per la prima volta l'edizione italiana di Long John Silver: una cupa sera di novembre che, senza che nulla lo lasciasse sospettare, avrebbe segnato l'inizio di un nuovo capitolo avventuroso della sua vita. È con questo autoironico incipit che comincia Diario di bordo di uno scrittore, la storia a lieto fine di un amore corrisposto con il nostro paese, la sua lingua, la sua cultura, la sua gente, pensato dall'autore come esclusivo omaggio ai lettori italiani. E un amore nato sui libri non può che essere raccontato attraverso i libri, ricostruendone la genesi, le tortuose strade seguite, i vicoli ciechi abbandonati, le idee, le emozioni che hanno dato vita a ogni personaggio e a ogni romanzo. Se "scrivere è un po' come navigare", Larsson invita a entrare nel cantiere navale della scrittura, in quel luogo segreto della mente e dell'anima dove si progetta la chiglia, si immagazzinano i materiali, si innalzano le vele dell'immaginazione, fino a quei lampi felici quando i capitoli sembrano scriversi da soli, la realtà si offre con l'energia simbolica dell'arte o la fantasia arriva a "immaginare il vero". Dalle semplici domande: perché si scrive, come nasce un romanzo, emerge a poco a poco quella più curiosa e personale: come si crea quel legame misterioso tra uno scrittore e i suoi lettori, profondo al punto di poter cambiare la vita dell'uno e a volte anche degli altri?

Recensione

Docente di francese, filologo, traduttore, esperto di immersioni, appassionato di geologia e astronomia, è stato in carcere per renitenza alla leva e ha navigato a lungo nei mari del Nord. Non parliamo del personaggio di un libro, ma di Björn Larsson, classe '53, uno dei più noti e amati scrittori svedesi. Iperborea, consapevole del successo di cui l'autore gode anche nel nostro paese, pubblica la sua autobiografia scritta appositamente per i lettori italiani.

Per usare le parole di Larsson, Diario di bordo di uno scrittore è una ricerca sulle rotte che l'hanno condotto fino alla pubblicazione in Italia, con cui ha stretto un inscindibile sodalizio letterario e sentimentale. Con dilettevole autoironia l'autore racconta a grandi linee la propria vita, dall'infanzia alla maturità, partendo dalle origini della sua passione per la scrittura e soffermandosi sugli spunti e sulle circostanze che hanno portato alla nascita dei suoi romanzi più famosi, da Relitti a I poeti morti non scrivono gialli passando per Il cerchio celtico, Il porto dei sogni incrociati, L'occhio del male, Il segreto di Inga, Otto personaggi in cerca (con autore) e naturalmente La vera storia del pirata Long John Silver.
È sempre un piacere quando un autore che ha qualcosa da dire e da insegnare decide di rivelarsi ai suoi lettori, e questo è il caso: Diario di bordo di uno scrittore è l'autobiografia di un personaggio interessante, ma anche un saggio sulla scrittura e soprattutto una lettura coinvolgente. Larsson anticipa le domande dei lettori - sulle proprie esperienze di vita e sui retroscena delle storie e dei personaggi cui ha dato vita - rispondendo con lunghi monologhi accattivanti.

Consigliato, per ovvie ragioni, solo a chi legge e apprezza l'autore. Nel caso in cui non abbiate mai letto, vi suggerisco di provare a farlo subito.

Giudizio:

+4stelle+

Dettagli del libro

  • Titolo: Diario di bordo di uno scrittore
  • Autore: Björn Larsson
  • Traduttore: K. De Marco
  • Editore: Iperborea
  • Data di Pubblicazione: luglio 2014
  • Collana: Narrativa
  • ISBN-13: 9788870915167
  • Pagine: 160
  • Formato - Prezzo: Brossura - 14.00 Euro

2 Commenti a “Diario di bordo di uno scrittore - Björn Larsson”

  • 5 settembre 2014 11:40
    Rain'B says:

    Mi incuriosisce molto questo titolo, appena l'ho visto in libreria mi ha attirato. 1 per le sempre bellissime edizioni Iperborea, 2 per l'autore che non ho ancora letto ma che continua ad incuriosirmi, 3 per il tema del libro. Spero proprio di leggerlo presto^_^

  • 5 settembre 2014 11:56
    sakura87 says:

    Ti consiglio di leggere prima qualcosa di suo, per poi ritrovare nell'autobiografia la genesi dell'opera ;)

Posta un commento

 

La Stamberga dei Lettori Copyright © 2011 | Template design by O Pregador | Powered by Blogger Templates