12 febbraio 2014

CyberTokyo - Antonella Monterisi

Tokyo, 109° anno Post Epurazione – Gli Orientali hanno vinto l’ultima guerra, divenendo a tutti gli effetti la razza dominante, mentre gli Occidentali sono visti come la feccia della società. Le famiglie a capo di questo nuovo mondo si sono assegnate il nome di Originali e sono per il popolo esempi di Perfezione e Giustizia da adorare. SD14 ha diciassette anni, è un’Occidentale del girone Delta, ha un QI più alto del normale, e vorrebbe solo avere la possibilità di dimostrare il suo valore. Ma ben presto scoprirà che gli Originali sono pronti a tutto pur di mantenere il controllo sulle altre razze…

Recensione

L'unica critica che posso rivolgere a Antonella Monterisi e al suo CyberTokyo è: "perché così breve?". CyberTokyo ha tutte le caratteristiche per poter essere la risposta italiana ad Hunger Games con il suo futuro distopico che immagina un'umanità suddivisa in gironi in base alla razza e al quoziente intellettivo in cui, emblematicamente, gli orientali occupano i livelli più elevati mentre gli occidentali si trovano relegati agli ultimi posti, la feccia della società. Il sistema è controllato rigidamente da un regime in grado di monitorare le persone fin nelle loro teste, come ogni Grande Fratello che si rispetti. Quando la giovane SD14 richiede legittimamente di essere assegnata a un livello superiore il regime mostra inevitabilmente la sua faccia più corrotta e intollerante, scatenando un'impensabile rivolta.

Gli elementi ci sono tutti: un regime poliziesco, il disagio sociale, il pregiudizio razziale e una protagonista coraggiosa pronta a lottare per il suo futuro. Certo l'impostazione di base è abbastanza classica per un racconto di questo tipo ma il modo in cui l'autrice le sviluppa è potenzialmente interessante e originale. Dico potenzialmente perché una storia come questa meriterebbe di essere approfondita in un romanzo lungo mentre la scelta del racconto incuriosiche e stuzzica il lettore quel tanto che basta a fargli divorare il libro in un paio d'ore ma lo lascia un po' insoddisfatto. Si ha alla fine la sensazione di aver guardato un film tenendo premuto il pulsante dell'avanzamento veloce fermandosi periodicamente solo per vedere alcune scene significative.

Di Antonella Monterisi avevo già letto Dimitri e l'asteroide, una raccolta di racconti per bambini che con quest'opera ha in comune l'interesse per il fantastico e a tratti, devo dire, il linguaggio che è occasionalmente un po' troppo semplice e poco adatto ad una tematica adulta come quella qui trattata.
Non so se per l'autrice si sia trattato di una sorta di prova generale per compiere il balzo dalla letteratura per bambini a quella per un pubblico più adulto, ma l'effetto è quello di una storia rimasta a metà strada, ed è un peccato perché la vicenda è veramente avvincente e il finale inaspettato è perfetto, ma la forma del racconto è in questo caso un limite. Fermo restando che si è trattato di una lettura piacevolissima, il mio consiglio all'autrice è quello di rompere gli indugi e lanciarsi in una forma di narrazione forse più imnpegnativa ma per la quale ha tutte le potenzialità.

Giudizio:

+4stelle+

Dettagli del libro

  • Titolo: CyberTokyo
  • Autore: Antonella Monterisi
  • Editore: La Mela Avvelenata
  • Data di Pubblicazione: 2013
  • ISBN-13: 9788898394746
  • Pagine: 58
  • Formato - Prezzo: ebook - Euro 0,99

1 Commenti:

  • 24 giugno 2014 22:46

    L'ho messo in wishlist.

Posta un commento

 

La Stamberga dei Lettori Copyright © 2011 | Template design by O Pregador | Powered by Blogger Templates