12 giugno 2013

Shine - Lauren Myracle

Quando il suo migliore amico rimane vittima di un crudele hate crime, la sedicenne Cat decide di scoprire per conto suo chi, nel suo piccola cittadina, è il colpevole. Questo intrepido giallo, con la sua atmosfera così suggestiva, porta a galla i segreti di una chiusa comunità del Sud degli Stati Uniti e racconta la forza di volontà necessaria per andare contro tutti coloro che ci circondano, in nome della giustizia. Su uno sfondo di povertà, solidarietà di clan, droga e intolleranza, Lauren Myracle ha composto un tormentato romanzo di formazione adagiato in un astuto mistery. Brillante, temeraria e piena di compassione, questa è l'opera indimenticabile di una celebre autrice.

Recensione

“Even so, I was proud of myself for taking action at all. I didn't hide or run away or pretend the ugliness didn't happen. I stood up and said something that was true. I said it out loud, and by doing so, I was standing up for lots of people, not just me.”

Lauren Myracle è un'autrice statunitense finora nota soprattutto per le sue serie di libri dedicate a bambini e teenagers, fra le quali spicca la serie di ttyl, che potremmo sommariamente descrivere come un racconto di ragazzine che si inviano sms.

Con Shine la Myracle fa un salto di qualità, tanto da finire tra i finalisti del National Book Awards. La protagonista è sempre un' adolescente, la sedicenne Cat, ma il contesto è decisamente più adulto e la posta in gioco molto più alta di qualche ragazzina dal cuore spezzato.

Cat vive nel North Carolina, nel cuore di quell'America rurale dove la gente vive in paesini semi abbandonati dai suggestivi nomi di Black Creek e Hangtree, il lavoro latita mentre l'alcool e la droga imperversano. Non stupisce quindi che, quando il migliore amico della ragazza viene picchiato brutalmente e abbandonato in una stazione di servizio con una pompa di benzina ficcata in gola e la scritta "Suck this faggot" sul torace, le autorità si dimostrino incapaci di gestire il caso, mente la gente del posto preferisca voltare la testa dall'altra parte.

La desolazione della vita in queste comunità, fortemente unite ma anche piene di pregiudizi e portate a nascondere le cose sporche sotto il tappeto, emerge potente del racconto della Myracle e infonde un senso d'angoscia e disillusione che vengono solo parzialmente mitigate dall'atteggiamento combattivo della giovane Cat, decisa a scoprire l'autore della violenza su Patrick nonostante il clima di omertà opprimente in cui si trova ad operare. A questo contribuisce anche la scelta del'editore di riproporre all'inizio di ogni nuovo capitolo l'immagine in bianco e nero di una tipica strada di campagna che costeggia un edificio in legno abbandonato, inclinato dal vento, soffocato da un cielo plumbeo pronto a scaricare un diluvio.

Inutile dirlo, la ricerca della verità da parte di Cat è soprattutto un viaggio di maturazione in cui la protagonista impara a riappropriarsi della propria vita dopo anni vissuti in un isolamento autoimposto a causa di un evento traumatico che non è mai riuscita a elaborare, sempre in nome di quell'atteggiamento bigotto e codardo che prevede che il modo migliore per affrontare le cose brutte che ci accadono nella vita sia far finta che non siano mai accadute.

La ragazza impara che per poter vivere una vita piena è invece necessario affrontare il passato per poi lasciarlo andare; è un lezione dura e faticosa perché la obbliga ad accettare che il mondo non può semplicemente essere diviso in buoni e cattivi e che le persone che amiamo non sono perfette, ci possono deludere e ferire, ma saperle comprendere e perdonare è alla base di qualsiasi relazione vera e matura. I personaggi di Shine sono infatti tutti cesellati con grande sensibilità, ognuno un mix perfettamente equilibrato di forza e fragilità, a volte ripugnanti e a volte adorabili. Unica eccezione è forse il personaggio di Jason, inserito in modo un po' forzato quale interesse amoroso di Cat, come se l'autrice sapesse che non si può scrivere uno Young Adult senza che la protagonista abbia almeno un flirt veloce con qualche baldo giovanotto di passaggio.

Va detto infine che anche la parte mystery della trama è piuttosto soddisfacente, certo l'autrice è forse un po' troppo plateale nel seminar indizi sull'identità del colpevole nella seconda metà del libro, ma nel complesso l'intera vicenda comunica tensione, suspense e fascino. Una stelletta però la perde perché dopo 300 pagine passate a criticare un certo tipo di mentalità arretrata e omertosa la Myracle si concede un finale dal sapore salvifico in cui si suggerisce che certe cose è meglio non portarle allo scoperto perché tanto Dio vede e provvede.

Giudizio:

+4stelle+

Dettagli del libro

  • Titolo: Shine
  • Autore: Lauren Myracle
  • Editore: Amulet Books
  • Data di Pubblicazione: 2011
  • ISBN-13: 9781419701849
  • Pagine: 365
  • Formato - Prezzo: Brossura - Euro 11,00

2 Commenti a “Shine - Lauren Myracle”

  • 12 giugno 2013 12:35
    Mr Ink says:

    Mi sembra davvero bello e la copertina è MERAVIGLIOSA *-*

  • 12 giugno 2013 13:48
    Valetta says:

    Sì, molto evocativa, come anche le fotografie all'interno.

Posta un commento

 

La Stamberga dei Lettori Copyright © 2011 | Template design by O Pregador | Powered by Blogger Templates