13 aprile 2011

Il risveglio - J.R. Ward

Beth Randall è una giovane cronista di nera in un giornale di provincia, a Caldwell NY. Abituata ad aggirarsi tra colleghi giornalisti, poliziotti e delinquenti che non le staccano gli occhi di dosso, ha imparato a tenerli a bada. Quando uno sconosciuto entra nel suo appartamento forzando con naturalezza la porta, Beth dovrebbe urlare e tentare la fuga. Invece è travolta e si abbandona a un desiderio che non ha mai provato prima. Il terrore viene dopo, quando Wrath le parla di Darius, il padre che Beth non ha mai conosciuto, e che gli ha affidato il compito di assisterla e proteggerla. Perché Darius e Wrath appartengono a una stirpe di vampiri da secoli in lotta per la sopravvivenza. E Beth sta per entrare in un mondo nero come la notte e rosso di sangue, sta per andare incontro alla trasformazione di tutto il suo essere.

Recensione

Tempo fa un'amica virtuale mi aveva consigliato di leggere la Ward: fidandomi dei suoi gusti, molto simili ai miei, ho acquistato "Il risveglio", nutrendo ancora la solita speranza di imbattermi in un romanzo potabile.

Già pubblicato con il titolo più illuminante di "Dark Lover", ha tutta l'aria di essere il seguito di un romanzo o di una serie già pubblicata, visti i numerosi riferimenti piuttosto oscuri a caratteristiche peculiari dei personaggi. Qui sta la prima enorme pecca, dato che si tratta di un primo episodio: gli accenni lasciati in sospeso o le anticipazioni vanno fatte nel modo corretto, la Ward invece riesce solo a innervosire.

I vampiri contemporanei non sono più le creature dannate che i grandi autori gotici ci avevano insegnato a temere: qui si nutrono sì di sangue, ma solo di quello del proprio compagno per la vita; il sangue umano non permette loro di vivere a lungo e comunque non arrivano mai a uccidere per nutrirsi; sono sì assassini spietati, ma solo i pochi eletti della Confraternita che uccidono solo i cattivi; diventano vampiri solo i figli di vampiro, non c'è possibilità per gli umani di essere trasformati. Questa razza a sé è stata creata dalla Vergine Scriba, una snob che te la raccomando, a quale scopo non si sa; siccome non può esserci luce senza il buio, ecco il cattivo supremo, l'Ombra, che ha creato i lesser, esseri umani cui è stata strappata l'anima e che, divenuti così immortali, hanno l'unico compito di sterminare i vampiri. Dovrebbero essere dei bastardi integrali, in realtà sono delle macchiette inserite giusto per fare da contrappeso e dare un senso alla storia, che altrimenti si limiterebbe a scene di sesso, sesso e ancora sesso. La Ward fa contenti i lettori rimasti a bocca asciutta dalla castità di Twilight, dando vita a un protagonista caliente e rude, ma purtroppo scadendo in una controparte femminile inconsistente e stereotipata.

La trama si regge su schemi consueti: attrazione fatale a prima vista, poliziotto cattivo che salta dall'altra parte della barricata, buono che sceglie la vendetta, buono che sembra cattivo, cattivo e basta. Se il tutto fosse retto da una scrittura piacevole e avvincente, si potrebbe anche gradire, ma pure questo aspetto delude: un piattume generale viene interrotto da sguardi languidi e toraci scolpiti, con qualche goccia di sangue qua e là, tanto per giustificare la presenza dei vampiri.

Giudizio:

+2stelle+

Dettagli del libro

  • Titolo: Il risveglio
  • Titolo originale: Dark Lover
  • Autore: J. R. Ward
  • Traduttore: Paola Pianalto
  • Editore: Rizzoli
  • Data di Pubblicazione: 2010
  • Collana: BUR Narrativa
  • ISBN-13: 9788817046510
  • Pagine: 443
  • Formato - Prezzo: Brossura - 8,00 euro

1 Commenti:

  • 14 aprile 2011 08:18
    Valetta says:

    Azz!!! anche a me l'hanno consigliato con insistenza, infatti l'ho messo subito in wish list ma ora ci sto ripensando..

    Belloni dai toraci scolpiti e tanto sesso.. ho un po' l'impressione che questo nuovo filone "vampiritsta" non sia altro che la scusa per pubblicare Harmony cammuffati :(

Posta un commento

 

La Stamberga dei Lettori Copyright © 2011 | Template design by O Pregador | Powered by Blogger Templates