6 luglio 2010

Zia Mame - Patrick Dennis

Immaginate di essere un ragazzino di undici anni nell'America degli Anni Venti. Immaginate che vostro padre vi dica che, nel caso di sua morte, vi capiterà la peggiore delle disgrazie possibili, essere affidati a una zia che non conoscete. Immaginate che vostro padre - quel ricco, freddo bacchettone - effettivamente muoia nella sauna del suo club. Immaginate di essere spediti a New York, di suonare all'indirizzo che la vostra balia ha con sé e di trovarvi di fronte a una gran dama leggermente equivoca e soprattutto giapponese. Ancora, immaginate che la gran dama vi dica "Ma Patrick, caro, sono tua zia Mame!" e di scoprire così che il vostro tutore è una donna che cambia scene e costumi della sua vita a seconda delle mode, che regolarmente anticipa. A quel punto avete solo due scelte: o fuggire in cerca di tutori più accettabili, o affidarvi al personaggio più eccentrico, vitale e indimenticabile che uno scrittore moderno abbia concepito e attraversare insieme a lei l'America dei tre decenni successivi in un foxtrot ilare e turbinoso di feste, amori, avventure, colpi di fortuna e cadute in disgrazia che non dà respiro - o che dà solo il tempo, alla fine di ogni capitolo di saltare virtualmente al collo di zia Mame e ringraziarla per il divertimento. Per fortuna sua, e dei lettori, Patrick ha scelto la seconda opzione e scritto questo libro, tuttora leggendario. Non è certo che Dennis volesse inventarsi, come è stato detto, una alternativa americana a Mary Poppins, ma lo è che chi arriva all'ultima pagina e vede zia Mame partire per un nuovo viaggio ha la sensazione di separarsi dalla parte più lieve, libera e felice di sé.

Recensione

L'atmosfera è quella di una commedia hollywoodiana anni '50. Ed in effetti ne hanno tratto un film, una commedia teatrale e un musical. Buona società newyorkese, appartamenti enormi e lussuosi, feste a ripetizione, ricchezza, ipocrisia e... lei, l'elemento destabilizzate. Zia Mame: anticonformista, all'avanguardia, grande appassionata di whiskhy, pronta a sperimentare ogni cosa purché sappia di novità, sofisticata ma anche terribilmente ingenua.
Una forza della natura che sa anche essere incredibilmente svampita, si trova a dover gestire un orfano di dieci anni fino ad allora piuttosto trascurato. Nell'improbabile coppia scoppia subito l'amore anche se sarà soprattutto il piccolo Patrick a doversi adattare ai curiosi concetti pedagogici della zia, assumendosi il ruolo di elemento razionale della coppia. Un ruolo piuttosto oneroso perché zia Mame è letteralmente ingovernabile, oltre che piuttosto volubile e guidata da una logica incomprensibile ai più. Ad essere sinceri la cara signora a volte valica il sottile confine tra il divertente e l'irritante, di conseguenza alcuni punti del romanzo che vorrebbero essere comici sono un pochino fastidiosi, o almeno così mi è sembrato.

Zia Mame è l'antenata di tutte le zie/mamme pazze di cinema e letteratura, nonostante oramai il personaggio sia stato ampiamente ripreso e sfruttato l'originale ha sempre il suo fascino, tanto da finire ancora in testa alle classifiche 50 anni dopo essere stato pubblicato per al prima volta. Un bel risultato per un romanzo rifiutato da 19 editori perchè considerato troppo particolare e quindi invendibile.

Il giudizio nel complesso è comunque positivo, il romanzo è molto simpatico e Dennis ha uno stile veloce, frizzante, con la grande capacità di inquadrare completamente con pochi dettagli una persona o una situazione. E con poco riesce sia a far ridere che commuovere.

Giudizio:

+3stelle+

Dettagli del libro

  • Titolo: La zia Mame
  • Titolo originale: Auntie Mame
  • Autore: Patrick Dennis
  • Traduttore: Codignola M.
  • Editore: Adelphi
  • Data di Pubblicazione: 2009
  • Collana: Fabula
  • ISBN-13: 9788845923999
  • Pagine: 380
  • Formato - Prezzo: Brossura - 19.50 Euro

4 Commenti a “Zia Mame - Patrick Dennis”

  • 12 settembre 2009 22:16
    Anonimo says:

    La zia Mame, dai miei ricordi, sarebbe una presa per il culo del progressista americano, visto come un' amabile idiota, da parte di un conservatore anni 50!

  • 6 luglio 2010 20:00
    Massimo says:

    Libro spassosissimo...una lettura spensierata . bello !! Zia Mame è just wonderful...
    un saluto

  • 16 settembre 2010 12:13
    Anonimo says:

    Ho letto il libro con delle aspettative troppo alte forse...mi ha un pò delusa. E' carino, spiritoso, ma a tratti ho trovato i personaggi "fastidiosi".

  • 19 giugno 2011 10:05
    fleurette says:

    Un libro che ho letto e di cui mi colpì una recensione su Vanity. Mi è piaciuto e mi sono calata in quell'atmosfera bohemienne. E' un libro che regalo a un'amica che parte per una vacanza. Ho scritto di zia Mame sul mio blog www.fleurette.it anche in merito al Vintage
    Buona lettura

Posta un commento

 

La Stamberga dei Lettori Copyright © 2011 | Template design by O Pregador | Powered by Blogger Templates