4 marzo 2009

Arancia meccanica - Anthony Burgess

Arancia meccanica è la storia di Alex, teppista sempre pronto a usare il coltello, capo di una banda di "duri" con i quali ripete ogni sera, sui marciapiedi dei sobborghi, il gioco della violenza. «Il mio eroe, o antieroe, Alex - ha scritto Anthony Burgess - è veramente malvagio, a un livello forse inconcepibile, ma la sua cattiveria non è il prodotto di un condizionamento teorico o sociale - è una sua impresa personale in cui si è imbarcato in piena lucidità. La mia parabola, e quella di Kubrick, vogliono affermare che è preferibile un mondo di violenza assunta scientemente a un mondo programmato per essere buono o inoffensivo... Arancia meccanica doveva essere una sorta di manifesto sull'importanza di poter scegliere».

Recensione

Originale, impressionante, coinvolgente e sconvolgente. E, suo malgrado, divertente.

Il quindicenne Alex racconta in prima persona le sue notti di estrema violenza in modo schietto e disincantato, senza tentare mai di giustificarsi perché lui fa quello che fa perché gli piace. Punto.

La prospettiva che ci offre è quindi una prospettiva distorta in cui lui arriva a proporsi come vittima invece che come carnefice. Ed infatti egli è anche vittima di uno Stato arrogante che propone come unica soluzione alla violenza una repressione indiscriminata, sia fisica che mentale. Ci si libera davvero della criminalità trasformando i poliziotti in squadre di picchiatori e sottoponendo i criminali a torture mentali atte a suscitare in loro una totale repulsione per la violenza? E' davvero rieducato un uomo che si comporta bene solo perché non può fare altrimenti, non per sua scelta? Ma soprattutto è egli ancora un uomo senza il suo libero arbitrio?

Il libro pone interrogativi fondamentali e lo fa con uno stile coinvolgente grazie anche all'innovativo linguaggio inventato appositamente da Burgess per dare voce ai pensieri di Alex nel modo più efficace, rendendolo attuale e di enorme impatto.

Dettagli del libro

  • Titolo: Arancia meccanica
  • Titolo originale: A Clockwork Orange
  • Autore: Anthony Burgess
  • Traduttore: Bossi F.
  • Editore: Einaudi
  • Data di Pubblicazione: 2005
  • Collana: Super ET
  • ISBN-13: 9788806173562
  • Pagine: 240
  • Formato - Prezzo: Brossura - 12,00 Euro

2 Commenti a “Arancia meccanica - Anthony Burgess”

  • 5 marzo 2009 11:55
    Anonimo says:

    Vista la recensione mi toccherà affrontare l'innovativo linguaggio di Burgess in inglese...complimenti

  • 27 agosto 2010 18:37
    sekhemty says:

    Ho solamente visto il film di Kubrick, ma al più presto dovrò assolutamente leggere anche il libro.

Posta un commento

 

La Stamberga dei Lettori Copyright © 2011 | Template design by O Pregador | Powered by Blogger Templates