21 novembre 2010

La lunga notte del Dottor Galvan - Daniel Pennac

Giovane medico del pronto soccorso, Gerard Galvan racconta una folle notte di molti anni prima, quando fra crisi di asma e arti spappolati era stato finalmente notato un uomo seduto su una sedia che ripeteva: "Non mi sento tanto bene". Il malato passa da tutti gli specialisti, convocati d'urgenza a risolvere uno dopo l'altro crisi acute di ogni genere: dall'occlusione intestinale all'esplosione della vescica, all'attacco epilettico. Rimasto accanto al suo letto, Galvan si addormenta e al mattino il malato non c'è più. È morto? È sparito? Dove è stato portato? Galvan non sa neppure come si chiama. Nessuno lo sa. Ma il paziente riappare e le cose che dirà e farà saranno per il buon Galvan la fine di un sogno.

Recensione

Delizioso modo di gettare il denaro: La lunga notte del dottor Galvan di lungo ha solo il titolo. Non è un romanzo, ma un racconto graficamente adattato in modo da poter essere definito romanzo, ossia settanta pagine a carattere per orbi, pagine bianche, e margini vuoti da denuncia alle associazioni ecologiste per la salvaguardia della foresta pluviale.

Nella fattispecie il Dottor Galvan, giovane e pomposo medico francese più interessato al proprio titolo che ai pazienti (e che trascorre il suo turno di guardia a progettare il proprio biglietto da visita), è costretto a correre in lungo e in largo tra i reparti dell'ospedale, per tutta una notte, al seguito della lettiga di un paziente incurabile, che sembra soffrire di tutti i disturbi del mondo senza che ne si comprenda la causa, fino all'inevitabile soluzione nonsense di stampo pennacchiano; riassumere più di così la trama significherebbe privarvi di quel po’ di significato che il racconto possiede.

Un costoso esercizio di stile che si dimentica in meno tempo di quel che è necessario per leggerlo: è quasi un pezzo teatrale (che a leggere la postfazione possiede chiare ispirazioni pirandelliane e molieriane: mah), che, a quanto pare, qui in Italia è stato interpretato dal famoso Neri Marcorè.

Non è ben chiaro, in realtà, se si tratti di romanzo breve, racconto, o copione teatrale: sicuramente, letto in quest’ultima ottica, ha più significato che non considerarlo una prosa satirica surreale.

Prendetelo come vi pare, solo sottolineo che il prezzo dell'opuscolo (se lo allineate in mezzo ad altri due UE Feltrinelli scompare) è di cinque euro -cinque-, e con pochissimi euro in più potrete acquistare un romanzo intero, anche dello stesso Pennac, se volete.

Giudizio:

+2stelle+

Dettagli del libro

  • Titolo: La lunga notte del Dottor Galvan
  • Titolo originale: Ancien malade des hôpitaux de Paris
  • Autore: Daniel Pennac
  • Traduttore: Mélaouah Y.
  • Editore: Feltrinelli
  • Data di Pubblicazione: 2007
  • Collana: Universale Economica
  • ISBN-13: 9788807819544
  • Pagine: 77
  • Formato - Prezzo: Tascabile - 5,00 Euro

6 Commenti a “La lunga notte del Dottor Galvan - Daniel Pennac”

  • 21 novembre 2010 18:31
    Pythia says:

    Io l'ho letto una sera al pub, mentre i miei amici si guardavano la partita: se me lo ricordassi meglio potrei accodarmi alla rece. Magari me lo faccio prestare di nuovo ^^
    Lo spettacolo di Neri Marcoré l'ho visto in tv, non è male, anzi: come dici tu, rende sicuramente meglio che la pagina scritta.

  • 21 gennaio 2011 14:46
    Anonimo says:

    Io l'ho trovato bellissimo! E' di uno stile goliardico che di solito piace ai maschi e poco alle femmine.
    Io sono femmina, forse un po' fuori dalla norma...

  • 21 gennaio 2011 15:51
    sakura87 says:

    Ehm, non credo proprio che sia una questione di sesso :D

  • 27 luglio 2015 07:08
    Alex77 says:

    Io l'ho letto ieri in un'oretta e mezza.sicuramente troppo breve per essere definito romanzo,chiaramente non è un capolavoro di libro , però devo dire piacevole da leggere , divertente e scorrevole. L'ho comprato in quanto non avendo mai letto un libro di Pennac,avevo bisogno di una lettura breve che mi desse modo di capire se era un tipo di scrittura che poteva interessarmi.devo dire che mi ha ampiamente convinto.

  • 27 luglio 2015 07:10
    Alex77 says:

    Io l'ho letto ieri in un'oretta e mezza.sicuramente troppo breve per essere definito romanzo,chiaramente non è un capolavoro di libro , però devo dire piacevole da leggere , divertente e scorrevole. L'ho comprato in quanto non avendo mai letto un libro di Pennac,avevo bisogno di una lettura breve che mi desse modo di capire se era un tipo di scrittura che poteva interessarmi.devo dire che mi ha ampiamente convinto.

  • 27 luglio 2015 07:10
    Alex77 says:

    Io l'ho letto ieri in un'oretta e mezza.sicuramente troppo breve per essere definito romanzo,chiaramente non è un capolavoro di libro , però devo dire piacevole da leggere , divertente e scorrevole. L'ho comprato in quanto non avendo mai letto un libro di Pennac,avevo bisogno di una lettura breve che mi desse modo di capire se era un tipo di scrittura che poteva interessarmi.devo dire che mi ha ampiamente convinto.

Posta un commento

 

La Stamberga dei Lettori Copyright © 2011 | Template design by O Pregador | Powered by Blogger Templates