13 marzo 2009

Cosa Nostra. Storia della mafia siciliana - John Dickie

Uccidere e farla franca. È l'attività che la mafia siciliana ha elevato a forma d'arte nella sua corsa al potere e al denaro. Una corsa che l'ha resa la più ramificata, famigerata e copiata organizzazione malavitosa del pianeta, al punto che il termine italiano 'mafia' si è trasformato ormai in una generica etichetta, a indicare l'intera gamma delle realtà criminali mondiali: cinesi, giapponesi, russe o turche. A differenza dei suoi imitatori globalizzati, la mafia siciliana si organizza combinando gli attributi di uno Stato ombra, di una società d'affari illegale e di una società segreta cementata dal giuramento. 'Cosa nostra' ricostruisce le storie degli uomini e delle donne che sono vissuti e sono morti all'ombra della mafia.

Recensione

Un libro ambizioso, che si propone di ripercorrere la storia della mafia dalle origini ai giorni nostri, ricostruendone le motivazioni, le spinte motrici, i complessi meccanismi relazionali che la governano e che ne segnano al contempo l'evoluzione.
Un'opera apprezzabile perché non si ferma a una mera cronologia di eventi, ma si spinge oltre indagandone le cause materiali e psicologiche e le narra in modo coinvolgente e accattivante. Il singolo personaggio o un particolare evento servono all'autore come paradigma per introdurre e spiegare concetti più ampi, relazioni complesse e ribaltamenti di strategie all'interno di questa organizzazione criminale che ancora oggi riesce a custodire con successo buona parte della sua storia e dei suoi segreti. Certo non sempre questa tecnica funziona, l'autore si perde un po' nel folklore perdendo di vista la prospettiva più ampia e lasciando il lettore a chiedersi dove si voglia andare a parare. D'altra parte questo è comprensibile, se si pensa che per decenni gli italiani, chi per ingenuità chi per complicità, hanno negato l'esistenza del fenomeno mafia trascurando oppure occultando prove e testimonianze. La ricostruzione storica, almeno fino ai primi decenni del '900, è un complesso processo deduttivo che riunisce le fila di eventi accennati in cronache locali, denunce e rapporti delle forze dell'ordine, biografie di personaggi più o meno coinvolti.

Oggi conosciamo la mafia come fenomeno di cronaca quasi scontato, ma capirne l'origine e la complessità non è solo importante per sapere come affrontarla, ma rende anche giustizia a coloro che nel corso degli anni l'hanno combattuta scontrandosi con l'ottusità e la connivenza delle istituzioni e l'incredulità popolare.
Nel complesso lo considero un buon punto di partenza per avvicinarsi a questo argomento, andrebbe poi integrato con testi più specifici, meno generici.

Dettagli del libro

  • Titolo: Cosa Nostra. Storia della mafia siciliana
  • Titolo originale: Cosa Nostra. A History of the Sicilian Mafia
  • Autore: John Dickie
  • Traduttore: Ferrara degli Uberti G.
  • Editore: Laterza
  • Data di Pubblicazione: 2007
  • Collana: Economica Laterza
  • ISBN-13: 9788842084969
  • Pagine: 493
  • Formato - Prezzo: Tascabile - 12,00 Euro

1 Commenti:

  • 15 marzo 2009 15:14
    Melly25 says:

    Pienamente d'accordo! Non è un'opera pregevole sulla storia della mafia ma un ottimo punto di partenza per approfondire la questione.

Posta un commento

 

La Stamberga dei Lettori Copyright © 2011 | Template design by O Pregador | Powered by Blogger Templates