12 settembre 2011

Piccole confusioni di letto - Emily Giffin

Rachel e Darcy, migliori amiche da sempre. Rachel, la brava ragazza, un po'chiusa e sognatrice, e Darcy, quella nata con la camicia, rigorosamente firmata, che da piccola non ha mai dovuto mettere l'apparecchio ai denti e aveva tutti i ragazzi che voleva, tanto che ora, non ancora trentenne, porta al dito un anello di fidanzamento grande quanto un cocomero. Rachel non aveva mia pensato di poter condividere qualcosa con Darcy, né i suoi vestiti alla moda né tanto meno Dex, il suo fidanzato. Eppure, quando, un giorno, si risveglia tra le braccia del futuro maritino, Rachel capisce di averla combinata grossa.

Recensione

Quando si entra in libreria cercando espressamente qualcosa di leggero, non ci si dovrebbe lamentare se ci si ritrova poi fra le mani un raro esempio di inutilità. Faccio quindi mea culpa, ammetto di aver comprato il libro solo perché in copertina è riportata la locandina del film che ne è stato tratto con Kate Hudson (garanzia quasi assoluta di nulla cinematografico) ed evito di lamentarmi dello scarso spessore della trama o del finale scontato. Chiedevo solo una cosa a questo romanzo: qualche ora di simpatico intrattenimento. Invece di simpatico Something borrowed contiene poco o nulla, a partire dalle protagoniste, ottime candidate per la lapidazione.

Rachel e Darcy sono la solita coppia di amiche che compare un po' in tutte le commedie romantiche americane. La prima è la voce narrante del romanzo: il prototipo della brava ragazza, responsabile, ricca di spirito di abnegazione e un po' sfigata. La seconda è la sua migliore amica dai tempi dell'asilo. O almeno questo è ciò che Rachel si ostina a ribadire per l'intera durata del romanzo, salvo poi dimenticarsi di raccontare al lettore anche un solo singolo pregio della sua amica più cara. Vista attraverso gli occhi di Rachel, Darcy si presenta come la classica str**a: egoista, superficiale, pretenziosa e dotata della particolare abilità di appropriarsi di tutto ciò che è importante per Rachel. E' possibile pensare tutto questo della propria migliore amica e ancora definirla tale? A quanto pare sì.

C'è poi Dex, il fidanzato di Darcy, bellissimo, sensibilissimo, intelligentissimo. Per quale motivo un tale esempio di perfezione frequenti da sette anni una tale carogna è un mistero di portata universale, ma i clichè, si sa, sono fatti così e così ce li dobbiamo tenere. Il buon Dex e la nostra Rachel finiscono a letto insieme a meno di due mesi dal matrimonio del primo con la perfida Darcy. A tale gioioso evento seguono 300 e rotti pagine in cui Rachel piagnucola sulla sua vita meschina in cui lei non ha nulla mentre Darcy ha tutto e finge di sentirsi in colpa per aver iniziato una relazione clandestina col fidanzato della sua migliore amica, dimostrando di essere in realtà una quindicenne intrappolata nel corpo di una trentenne (a questo proposito: a 30 anni suonati forse sarebbe ora di smettere di rimuginare sul fatto che la tua amica alle medie si è comprata prima di te la cartella che volevi tu. O sbaglio?).

Come vada a finire la storia è evidente da pagina 2 e, fin qui, niente di male, non si tratta certo di un romanzo di grandi pretese, ma è davvero così esagerato pretendere un minimo di coerenza e credibilità di trama e personaggi? Il libro è evidentemente strutturato in modo da farci parteggiare per la povera Rachel, ma è davvero difficile simpatizzare per un personaggio così lamentoso, vittimista e inconcludente. D'altra parte Darcy appare talmente insopportabile che non le si può altro che augurare di cascare in un tombino aperto mentre va a a fare shopping e i personaggi secondari sono poco più che macchiette irritanti.

Per farla breve, nell'ampio panorama di caxxate che mi è capitato di leggere, ne ho lette di migliori.

Giudizio:

+2stelle+

Dettagli del libro

  • Titolo: Piccole confusioni di letto
  • Titolo originale: Something borrowed
  • Autore: Emily Giffin
  • Traduttore: L. Rosaschino
  • Editore: Piemme
  • Data di Pubblicazione: 2007
  • Collana: Bestseller
  • ISBN-13: 9788838433405
  • Pagine: 413
  • Formato - Prezzo: Brossura - Euro 6,50

2 Commenti a “Piccole confusioni di letto - Emily Giffin”

  • 12 settembre 2011 18:26
    Pupottina says:

    non si può pretendere troppo da un libro leggero ....

  • 13 settembre 2011 21:34
    Pythia says:

    Non sono d'accordo, un conto è essere leggeri, un altro è la mancanza di coerenza, la superficialità, la banalità (che non so in questo, ma in altri libri leggeri si trovano e non è un bene).

Posta un commento

 

La Stamberga dei Lettori Copyright © 2011 | Template design by O Pregador | Powered by Blogger Templates